Evento realizzato dal coro polifonico Maria Santa Rosiello di San Lorenzo Nuovo, affiancato dalle corali Tonino Imperiali di Piansano, Maria Moretti Vignoli di Tuscania e dal coro polifonico Canto Libero di Allerona. La serata è state resa possibile grazie al patrocinio del comune di San Lorenzo Nuovo, della Banca Tema e della Parrocchia San Lorenzo Martire. Presenti il Sindaco Massimo Bambini, il vicesindaco Fabrizio Ricci e il parroco Don Daniele

di Serena Biancherini

NewTuscia – SAN LORENZO NUOVO – Si è svolta ieri, giovedì 29 dicembre, la settima edizione di ‘Si fa Natale’, l’evento musicale dedicato alla memoria di Maria Santa Rosiello. Una persona che non si può fare a meno di ricordare con un sorriso, direbbe chi l’ha conosciuta, e una Maestra musicalmente dotata, che con la passione e la sensibilità che la caratterizzavano ha dato vita al coro polifonico che porta il suo nome, ora diretto dalla Maestra Francesca Araceli.

Il profondo significato di questa serata è stato magnificamente riassunto dalle parole di quest’ultima, quando nel ringraziare coloro che ne hanno reso possibile la realizzazione, ha parlato anche del gruppo di cantori che dirige. “Ringrazio il mio coro, lo definisco mio, non perché lo consideri mia proprietà, ma mi appartiene nel senso più profondo del termine perché mi arricchisce e mi rende una persona più completa.“

Poche illuminanti parole; in loro c’è il senso della coralità, che da stile artistico si fa modello di crescita personale e di equilibrio nei rapporti sociali: ogni membro ha un ruolo, e tutti sono egualmente importanti per mantenere l’eufonia nell’esibizione.

La musica corale è, forse più di ogni altra, quella che riesce a destare il senso di comunità e di umanità nelle persone, trascendendo la somma dei singoli elementi, dei singoli artisti: è armonia, quella che scaturisce da un’esibizione di questo tipo, data da una voce che ne nutre un’altra, da sfumature di toni che si compenetrano nel riverbero offerto dalle mura di cattedrali o chiese, in questo caso quelle di Santa Maria Assunta.

C’è stata ampia partecipazione all’evento, ma il successo non è stato determinato tanto dal numero dei presenti, quanto dalle emozioni suscitate.

Coro polifonico Maria Santa Rosiello di San Lorenzo Nuovo; corali Tonino Imperiali di Piansano e Maria Moretti Vignoli di Tuscania; coro polifonico Canto Libero di Allerona. I tre gruppi sono frutto di un lavoro costante e attento che coinvolge il territorio. Il lato più bello di queste realtà è la condivisione che offrono, la scelta di non lasciare spazio solo alle voci migliori ma di lavorare costruttivamente su quanti vogliano farne parte, facendo si che si crei un legame stretto tra maestro e corista. I risultati in questo caso sono stati ottimi.

I tre i gruppi hanno dato vita ad una magnifica sequenza di accordi e note, a cappella o accompagnati dal pianoforte di Manuela Cola e dalle percussioni di Marco Serafinelli. Ognuno di essi ha interpretando temi classici del Natale in un crescendo di vivacità, ma lo ha fatto a modo proprio, seguendo le proprie caratteristiche vocali e “numeriche”.

Quello di San Lorenzo ha trasmesso una dolcezza romantica ed evocativa facendo riaffiorare ricordi di tempi passati o sognati. Cantando di ninne nanne e piccoli suonatori di tamburo, ha sussurrato di quando l’inverno si avvicina, di come sui rami ormai spogli non sorride alcun volo ma si finisce per trovare un presepe che giace dentro al cuore.

Sembrava difficile reggere il confronto con la commozione suscitata, fino a quando l’esibizione delle corali Tonino Imperiali e Maria Moretti Vignoli non ha messo in chiaro la vacuità dei paragoni; non era una gara ma uno scambio e loro hanno aperto una nuova prospettiva sul tema del Natale riuscendo a trasmettere freschezza ai testi della tradizione liturgica tedesca. Diversa ancora è stata l’esibizione del coro Canto Libero. Se il gruppo precedente aveva portato una sferzata di allegria attraverso la ricchezza e la pienezza di toni data dai molti cantori, l’ultimo coro ha fatto un uso sapiente delle sette voci presenti. Nella sua sobrietà ha saputo dare un tocco di delicatezza ad una maestosa e solenne performance, concedendo ampio spazio ai virtuosismi dei singoli membri.

Lista completa delle canzoni e informazioni sui cori.

Coro polifonico Maria Santa Rosiello di San Lorenzo Nuovo. Fondato nel 1981 dall’indimenticata Maria Santa Rosiello, si è successivamente costituito in associazione culturale intitolata a suo nome. In questo lungo periodo il coro ha allargato i propri orizzonti musicali spaziando tra vari temi: musica classica e popolare, opera lirica, canto gospel, canzone leggera, teatro musicale. Il coro ha collaborato e collabora con diverse formazioni strumentali e corali presenti nel territorio e ha la peculiarità di aggregare cantori provenienti da diversi centri dell’alta Tuscia accumunati dalla passione per il canto e da una sincera amicizia.

Direttore Francesca Araceli – Pianoforte Manuela Cola – Percussioni Marco Serafinelli

Il piccolo suonatore di tamburo (arm. G. P. Dal Dosso); Ninna nanna (P. Caraba su testo tradizionale del Lazio); Have yourself a merry little christmas (arr. Audrey Snyder); Happy Xmas (J. Lennon & Y. Ono); Amen – This little light of mine (K. Bergriel. Francesca Araceli)

Corali Tonino Imperiali di Piansano, Maria Moretti Vignoli di Tuscania. Entrambi i cori vantano una lunga tradizione nata nel contesto delle parrocchie locali delle scuole cantorum. Entrambe dedicano la loro denominazione ai grandi maestri che con passione ne hanno determinato la crescita e l’ampliamento degli orizzonti musicali. Il coro Maria Moretti Vignoli, attualmente diretto dal maestro Alessandro Gioia, festeggia quest’anno i trent’anni di attività e annovera nel proprio curriculum la partecipazione a prestigiosi festival internazionali di musica corale. La corale piansanese a sua volta presente in numerosissime manifestazioni nazionali e internazionali, si avvale da quasi 17 anni della guida del Professor Giuseppe Talucci e privilegia brani di genere sacro e autori antichi e moderni di alta levatura.

Direttore Giuseppe Tolucci

Ave vera verginitas (J. Des Préz); En natu est Emmanuel (M. Pretorius); Oh! Guardate begli angeli santi (J. Tomadini); Tu scendi dalle stelle (el. V. Rivoglia); Stille nacht (el. V. Rivoglia)

Coro polifonico Canto Libero di Allerona. Nasce nel febbraio del 2004, con un organico di circa 15 elementi, come coro polifonico amatoriale sotto la direzione del Maestro Maria Luisa Manno. L’anno successivo si è costituisce associazione culturale. Il lungo curriculum, costellato da numerose rassegne corali polifoniche, vanta tra l’altro la partecipazione nel 2009 all’apertura del Festival dei Due Mondi nel prestigioso scenario della città di Spoleto. Dal 2006 organizza presso la Chiesa Santa Maria Assunta ad Allerona la rassegna di corali polifoniche ‘Un canto vien dal ciel’. Dall’agosto 2008 in organico ridotto collabora con l’Associazione Spazio Musica di Genova, partecipando alla messa in scena di ben 18 diverse opere teatrali, sia in Italia che all’estero. Il repertorio del coro spazia tra diversi generi musicali, da religioso a profano, dalla musica leggeraa quella classica a quella popolare,

Direttore Maria Luisa Manno

Chiara è la notte(G. Mezzalira); Jubilate Deo Canon M. Briare (riel. M. L. Manno); Veni Iesu (L. Cherubini arr. R. Robinson); Cantate canon ( D. Moore); gloria tibi Domine (R. E. Schram riel. A 3 voci M. L. Manno); Bound for Glory (A. Gartner riel a 3 voci M . L. Manno.); Feliz Navidad (J. Feliciano riel a 3 voci M. L. Manno).