NewTuscia – TERNI – Nella mattina di ieri, 13 dicembre, era stato segnalato al numero d’emergenza che un uomo, entrato in un negozio di Corso Tacito con al seguito delle buste contenenti capi di abbigliamento  con le placche antitaccheggio inserite,  aveva chiesto ed ottenuto una busta vuota per poi allontanarsi. Subito dopo da un  negozio di abbigliamento sempre di  Corso Tacito era stato segnalato che un uomo  uscendo dal negozio aveva fatto scattare l’allarme dell’antitaccheggio. La Squadra Volante intervenuta tempestivamente aveva identificato quest’ultimo, un italiano pluripregiudicato ultrasessantenne, originario della provincia di  Bari, arrivato a Terni da Loreto (AN) ieri  mattina che, sottoposto a perquisizione personale,  si accertava aver occultato sulla sua persona un cappello ed un paio di guanti che non aveva pagato. Inoltre, all’interno di voluminose  buste che aveva al seguito, erano stati rinvenuti altri capi di abbigliamento ed accessori, biancheria per la casa, una bambola e prodotti alimentari a lunga conservazione. Su alcuni articoli erano presenti i dispositivi antitaccheggio e l’uomo non disponeva degli scontrini comprovanti il pagamento delle merci rinvenute. Attraverso i marchi e le etichette  ancora attaccate ai capi di abbigliamento,  si accertava che nell’arco di circa due ore l’uomo aveva commesso furti in una profumeria, in tre negozi di abbigliamento e in un supermercato di Corso Tacito, asportando merce per un valore commerciale complessivo di circa 400 euro, dove effettivamente era stato visto entrare per poi dileguarsi velocemente, eludendo i sistemi di sorveglianza.

Fra la  refurtiva recuperata c’erano un abito da “Babbo Natale”,  una tovaglia ed una coperta a fantasia natalizia, cosmetici, capi di abbigliamento ed accessori da donna, fra cui un cappotto, due borse, un paio di scarpe ed uno di pantofole, calzettoni da uomo, liquori e scatolame alimentare. Si accertava altresì che la bambola  rinvenuta apparteneva ad una serie da collezione di una nota marca. Tutta la merce recuperata  è stata riconsegnata ai negozianti e l’uomo è stato denunciato in stato di libertà per il reato di tentato furto aggravato, continuato. Prima di essere congedato dagli Uffici della Squadra Volante, il Questore di Terni ha applicato all’uomo la Misura di prevenzione del rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio  e del divieto di ritorno nel Comune di Terni per  tre anni.