NewTuscia – ORTE – I carabinieri della Stazione di Orte, nel corso della nottata, nel contesto di un controllo alla circolazione stradale, hanno deferito in stato di arresto un 20enne e deferiti in stato di libertà un 21enne e un 22enne, tutti italiani residenti ad Amelia.

I tre ragazzi, a seguito di perquisizione personale sul posto, sono stati trovati in possesso di nr.2 involucri termosaldati contenenti sostanze verosimilmente stupefacenti, del tipo hashish, rispettivamente del peso lordo complessivo di gr.260 cadauno, nonché nr.2 ulteriori piccoli involucri di identica sostanza, per un totale complessivo di 530 gr.

Le operazioni di ricerca si sono, quindi, estese ai domicili dei tre sottoposti a controllo, e hanno portato al rinvenimento e sequestro di 2 bilancini elettronici di precisione, 1 coltello intriso di sostanze stupefacenti, varie bustine in plastica, tipicamente utilizzate per il confezionamento al dettaglio dello stupefacente, altri gr. 0,20 di sostanza stupefacente tipo hashish, nonché nr.1 bottiglia e nr. 1 scatola di fertilizzanti, materiale questo utilizzato per la coltivazione dello stupefacente; infine sono state sequestrati euro 6.000,00 suddivisi in banconote di vario taglio, presumibilmente provento di spaccio.

In ragione delle risultanze positive, si è proceduto all’arresto per “produzione, spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti” del 20enne, nonché al deferimento a piede libero degli altri due soggetti.

PRESUNZIONE DI INNOCENZA

Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva.