NewTuscia/Umbria – AMELIA – E’ uscito ufficialmente, il programma eventi e manifestazioni che si svolgeranno ad Amelia in ocasione delle festività natalizie. A renderlo noto è l’assessore per il commercio e artigianato, Luigia Moscatelli.

“Nel programma per le iniziative del “Natale amerino 2022”, –  illustrato-dall’assessore – vi sarà, una novità assoluta, come il concerto Gospel, con Eric Waddel e Abundant LifeGospel Singers, che si svolgerà  nella cattedrale il 29 dicembre. A rendere più suggestive le vie della cittadina, un mercatino, che avrà cadenza mensile e si svolgerà per tutto l’anno, dedicato all’artigianato amerino, aperto ad hobbisti e creatori di opere realizzate a mano, mercatino che partirà da domenica 11 dicembre in Piazza Marconi”.

Per i piccoli – prosegue l’assessore – , l’appuntamento è per la befana dei vigili del fuoco, dove si svolgerà anche un benvenuto per i nuovi nati.

Altra novità di questa edizione – riferisce sempre la Moscatelli – sarà la consegna di un kit nascita, da parte dell’amministrazione comunale, a tutti i nuovi nati di Amelia e le giornate dedicate ai bambini con mercatini, laboratori creativi, scrittura letterine per Babbo Natale e spettacoli itineranti. Vogliamo animare e valorizzare il centro storico cittadino con un programma in grado di ricreare la tipica atmosfera delle feste con una programmazione di eventi di particolare qualità”. “L’obiettivo – puntualizza l’assessore Moscatelli – è la promozione e lo sviluppo delle attività commerciali e artigianali interessate dall’intensificarsi delle presenze turistiche durante tale periodo, ma anche far conoscere, con specifiche iniziative, ad un pubblico ampio, il patrimonio di bellezze storiche artistiche, archeologiche e paesaggistiche di Amelia attraverso le consolidate tradizioni culturali e tipiche del territorio amerino. Un particolare ringraziamento l’assessore lo rivolge alla Fondazione Carit e alle associazioni cittadine per il sostegno e il contributo fondamentale. “Come ogni anno – dice – rinnovano il loro impegno e la loro partecipazione arricchendo il programma. Un grazie va anche ai commercianti che hanno contribuito alle luminarie lungo le vie cittadine e ci hanno sostenuto nel realizzare un programma condiviso, ricco e variegato”.