NewTuscia – ROMA – “L’assunzione dei precari è sempre una buona notizia, lo è ancor di più quando interessa le professioni sanitarie, come in questo caso, con la stabilizzazione di 5 mila professionisti, di cui oggi nel Lazio c’è un estremo bisogno. Non sfugge però ad occhio attento il fatto che questa ‘infornata’ doveva e poteva arrivare prima”. Così in una nota il consigliere regionale del Lazio della Lega, Daniele Giannini.

“Sono mesi, anni – prosegue – che sproniamo l’assessore a intervenire con celerità sulla sanità della nostra regione, gravemente carente di personale, a far attingere le Asl dalle liste d’attesa senza ricorrere ad esternalizzazioni, ma per tanto, troppo tempo D’Amato è stato sordo, portando in sofferenza moltissimi presidi sul territorio. Solo adesso che, non solo si avvicinano le elezioni regionali, ma egli stesso è candidato alla presidenza, è arrivata l’assunzione dei precari. Bene dunque per il ricasco positivo che questa azione avrà sui nosocomi dei nostri comuni e delle nostre città, ma resta il fatto che – conclude Giannini – c’è nell’aria un forte odore di strumentalizzazione elettorale”.