NewTuscia – VITERBO – Spari nel centro di Viterbo, l’arma era carica con munizionamento solo esplosivo ma non letale.

Nell’ambito della costante attività di controllo del territorio garantita dalle  ed intensificata nei fine settimana, nelle prime ore della notte di sabato scorso due stranieri, un 18enne originario dell’Est Europa e un 24enne sudamericano, hanno creato problemi di fronte ad un noto locale notturno del capoluogo.

Durante una lite con altri ragazzi uno dei due estraeva una pistola sparando alcuni colpi in aria, spaventando e disperdendo gli antagonisti.

Successivamente agli spari, i giovani hanno inveito anche contro il personale addetto alla sicurezza del locale, minacciando di utilizzare l’arma.

Solo il tempestivo e professionale intervento del personale della Squadra Volante ha permesso di intercettare gli stranieri e, con non poche resistenze, bloccarli, perquisirli e accompagnarli in ufficio per procedere ai necessari accertamenti.

All’esito del controllo si è scoperto che l’arma, identica riproduzione di quelle reali e senza il previsto dispositivo di colore rosso, era carica con munizionamento solo esplosivo ma non letale.

Entrambi i soggetti sono stati denunciati in stato di libertà e nei loro confronti sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati a verificare la regolarità della loro posizione sul territorio nazionale.

Ricordiamo che fino alla sentenza definitiva per la legge italiana vige la presunzione di innocenza.