NewTuscia – TARQUINIA – Un Ente come l’Università Agraria di Tarquinia che si oppone ad una proposta di legge della Regione Lazio e la spunta? Si, è successo anche questo, grazie all’Amministrazione Borzacchi ed all’impegno degli assessori Alberto Tosoni, Alessandro Sacripanti e Fabio Nardi.

Sul finire del 2021, infatti, gli amministratori, su iniziativa di Tosoni, hanno prodotto una ricca serie di osservazioni alla Proposta di legge regionale n. 157 del 29/05/2019 concernente “Disposizioni in materia di beni collettivi”. (Giunta Regionale: deliberazione n.293 del 21/05/2019). Una legge che poteva avere effetti sicuramente pervasivi sulle modalità di gestione dei terreni della collettività, a cui l’Amministrazione Borzacchi si è fermamente opposta per tutelare appieno gli interessi non soltanto della collettività tarquiniese, ma dell’intero Lazio.

L’attenzione sul tema degli usi civici, d’altronde, è sempre stata massima: entrati da pochissimo all’Ente, ad esempio, già gli amministratori avevano preso parte al Seminario sulla Legge n. 168/2017 sugli usi civici e domini collettivi alla Camera dei Deputati. Una conoscenza poi approfondita anche grazie all’inserimento nell’Ente, quale segretario, del Presidente dell’Associazione Regionale delle Università Agrarie Marcello Marian.

Alberto Tosoni