Simone  Stefanini Conti

NewTuscia – ORTE – La manifestazione e’ organizzata dall’Associazione The Grove, nelle due domeniche del 27 novembre e 5 dicembre, in collaborazione con la Pro Loco e il Comune di Orte.

L’itinerario enogastronomico  e’  giunto quest’anno alla XIV edizione,  con un sempre crescente successo di pubblico, avendo come protagoniste le tradizioni legate ai prodotti tipici locali, la gente ed il suo territorio, con l’intento di far risaltare le qualità di bontà e genuinità dei prodotti locali nel rispetto dell’ambiente.

Lattenzione degli organizzatori e’ da sempre rivolta ai turisti ed ai residenti, con lobiettivo ambizioso di dar vita ad una simbiosi tra arte ed enogastronomia della produzione tipica locale.

Orte in Cantina ha  come protagonista il vino e il cibo, la gente ed il suo territorio con l’obiettivo di realizzare un connubio tra cucina, cultura ed arte attraverso percorsi enogastronomici.

Nata nell’autunno 2007, Orte in cantina è uno degli eventi più affermati della Tuscia.

Si svolge ogni anno l’ultima domenica di novembre e la prima domenica di dicembre.

Principale manifestazione dedicata al vino è interprete de interessanti proposte enologiche,  di grande interesse socio-culturale. Un percorso

L’itinerario attraversa l’intero Centro storico e consente, in  città, le Chiese, i Musei e i Palazzi di particolare pregio.

Il vino è un’arte che non ama la solitudine ed il piacere che si prova degustandolo si può considerare alla stregua di altre forme artistiche come la musica e la pittura.

L’itinerario attraversa l’intero Centro storico e consente, in una giornata, di visitare suggestive cantine del borgo, con la possibilità di degustare cibi gustosi e vini di qualità.

Itinerario  eno-gastronomico  per turisti e residenti attraverso strade, piazze, le cantine ed i cunicoli scavati nel tufo e sapori.

L’appassionante viaggio sarà arricchito, mattina e pomeriggio, da percorsi turistici per visionare il complesso sotterraneo della città, i cunicoli, la cantine scavate nel tufo,  ed in superficie le chiese, i musei e i palazzi di particolare pregio.

Il percorso enogastronomico prevede la visita di numerose cantine ricavate nel sottosuolo tufaceo della rupe, possono essere  degustati piatti tipici e vini di qualità, con l’ultima tappa  in Piazza della Libertà, che si colora ogni anno  di animazione e musica, con la possibilità di  acquistare prodotti nelle bancarelle tipiche.

L’auspicio degli organizzatori è che  possa sviluppare un sempre  maggiore  gradimento di pubblico,  confermando e migliorando il valore educativo e formativo delle passate edizioni: il vino è un’ arte che non ama la solitudine ed il piacere che si prova degustandolo si può considerare alla stregua di altre forme artistiche come la musica e la pittura. E’ attraverso la condivisione d’intenti che gli organizzatori intendono avviare i consumatori alla conoscenza attenta di questa vera e propria arte.

Ricordiamo che la manifestazione nata nell’autunno del 2007, con il passare degli anni e delle edizioni, si  e’  rivelata come uno degli eventi più affermati ed attesi della Tuscia.  Principale manifestazione dedicata al vino è interprete delle più interessanti proposte enologiche, offrendo un’esperienza di grande interesse socio-culturale. Un percorso enogastronomico per appassionati, ma sempre di più per intenditori.