NewTuscia – I manufatti in muratura sono destinati inevitabilmente a degradarsi con il tempo, un processo che in alcuni casi può essere accelerato da fenomeni esterni, come delle infiltrazioni d’acqua o un evento sismico. Per prevenire il deterioramento delle strutture murarie è importante intervenire tempestivamente, realizzando appositi lavori di consolidamento delle murature.

Alcuni tipi di interventi, infatti, consentono di prolungare la vita utile degli elementi murari, rafforzando le opere edilizie attraverso apposite operazioni di rinvigorimento strutturale. Si tratta ad esempio delle iniezioni di boiacche, una tecnica particolarmente efficace nel consolidamento strutturale delle opere in muratura degli edifici.

Iniezioni di boiacche: i vantaggi di questo metodo di consolidamento murario

Le iniezioni di boiacche, realizzate da aziende specializzate tra cui i trattamenti per il consolidamento delle murature di Yume Srl, sono un metodo poco invasivo per rinforzare un muro compromesso o deteriorato. In particolare, questa tecnica moderna consente di rendere omogeneo il manufatto murario, riempendo le cavità lasciate vuote per incrementare la resistenza dell’opera edilizia.

La boiacca, infatti, è una particolare malta fluida con un legante idraulico, un composto che migliora le caratteristiche meccaniche del muro in pietra, in mattoni o a sacco. A seconda delle condizioni del manufatto, però, potrebbe essere necessario un intervento più complesso, agendo sullo schema strutturale della muratura per sistemare anche gli elementi adiacenti al muro.

Ad ogni modo, se il danno è limitato alla muratura basta intervenire con le iniezioni di boiacche, ad esempio quando il deterioramento interessa soltanto il legante e gli inserti sono invece in buono stato. In questo caso basta applicare la giusta miscela di boiacca di cemento, considerando le caratteristiche fisico-chimiche della muratura oggetto dell’intervento di rinforzo e consolidamento.

Gli aspetti da tenere in conto sono diversi, tra cui la dilatazione termica, la resistenza ai sali, il livello di elasticità e la fluidità della muratura. Questi fattori sono analizzati da professionisti esperti come i tecnici di Yume, per garantire una miscela ottimale e su misura in base al tipo di struttura muraria su cui intervenire, assicurando il miglior risultato possibile in termini di efficienza e durevolezza del rinforzo strutturale.

Come funziona il consolidamento di un muro con le boiacche

Le iniezioni di consolidamento delle murature attraverso l’impiego delle boiacche servono per delle finalità specifiche, come il risanamento delle lesioni dei muri, la protezione delle pareti dal degrado fisico, l’ottimizzazione della coesione interna delle strutture murarie e il riempimento dei vuoti. Questi risultati si possono ottenere utilizzando le miscele corrette e seguendo procedimenti specifici di rinforzamento strutturale della murature.

Le iniezioni di boiacche per il consolidamento dei muri prevedono innanzitutto la scelta dei punti migliori in cui realizzare i fori nelle pareti, per individuare i posti più idonei per massimizzare il risultato finale dell’intervento di rinforzo strutturale. In seguito vengono effettuati i fori e sono applicati i packers, dei boccagli che consentono di inserire il composto di boiacca e farlo entrare nella muratura.

Le perforazioni sono realizzate con una determinata inclinazione nella parete, in genere intorno a 45° rispetto al suolo, effettuando i fori soltanto in una faccia della parete. Qualora il muro dovesse essere più spesso di 70 cm si effettuano invece fori da entrambi i lati della muratura, con un diametro che in entrambi i casi è di circa 14-20 mm. Dopodiché i fori vengono puliti usando dell’aria compressa, quindi vengono posizionati i packers per procedere con le iniezioni di boiacche.

Prima però viene saturata la struttura muraria con l’acqua, dunque si procede con l’inserimento delle boiacche tramite una pompa manuale o elettronica, partendo dal basso per poi salire gradualmente verso l’alto. Al termine si chiude il packer impiegato per le iniezioni, vengono estratti i boccagli dalla parete e si stuccano i fori con una malta idonea. Infine si eseguono delle prove per verificare la qualità dell’intervento, per accertarsi del rinforzo del muro ottenuto dopo le iniezioni di boiacche.