NewTuscia – TERNI –  POLIZIOTTI PER UN GIORNO: alle ore 09.00 di venerdì 18 novembre, il Questore della Provincia di Terni dott. Bruno Failla, ha aperto le porte della Questura agli studenti del terzo, quarto, quinto anno dell’Istituto Tecnico Tecnologico di Amelia, accompagnati dai loro professori.

45 ragazzi tra i 16 e i 19 anni hanno potuto visitare i laboratori della Polizia Scientifica, dove i poliziotti hanno spiegato tecnicamente, attraverso i loro strumenti professionali, la rilevazione delle impronte in una possibile scena del crimine.

Il giro è proseguito con la visita alla Squadra Volanti, la Volante della Polizia di Stato è stata messa a disposizione dei ragazzi per una descrizione ravvicinata delle sue caratteristiche, altrettanto è stato fatto con la dotazione individuale del poliziotto e le basi di tecniche operative simulate durante un intervento.

Sulla scia di questo, inevitabile la visita alla Sala Operativa dove arrivano le segnalazioni e da lì gli operatori di polizia vigilano sulla sicurezza della città.

Nella sala riunioni della Questura i ragazzi hanno potuto stati edotti sull’uso dell’App YouPol che una volta scaricata nel proprio telefono, consente a tutti di segnalare, con foto e video, anche in modo anonimo, qualsiasi situazione che non rientri nella legalità.

Il Dirigente della Sezione di Polizia Stradale di Terni Dott.ssa Luciana Giorgi con i suoi collaboratori ha spiegato ai ragazzi, anche attraverso video di reali incidenti, la dinamica dell’incidente stradale, partendo dal  tema della responsabilità del fattore umano: chi guida deve avere condizioni psicofisiche non alterate da alcool, droghe o qualsiasi tipo di sostanza, ne deve essere stanco.

Il tema della responsabilità è stato affrontato anche nei termini giuridici in primis la legge  sull’ omicidio stradale.

Alla fine della giornata il Questore della Provincia di Terni dott. Bruno Failla ha salutato i ragazzi ricordando loro che la strada giusta per la loro sicurezza e per i loro diritti è solo quella della legalità e che la Polizia di Stato è vicino a tutti loro per garantire il rispetto delle regole e la convivenza civile.