NewTuscia – ROMA – “Prendo atto delle parole pronunciate oggi dall’Onorevole Rampelli sul tema inceneritore, posizione sostenuta da sempre dal Movimento 5 Stelle che considera questa tipologia di impianti ormai obsoleti e non in linea con una politica sostenibile in materia di rifiuti. Andare verso la realizzazione di un inceneritore smentirebbe la politica europea dell’economia circolare, senza considerare l’investimento, senza dubbio non economicamente vantaggioso, che invece potrebbe essere rivolto verso una più efficiente raccolta differenziata.

Se questa è la linea di Fratelli d’Italia si passi dalle parole ai fatti, presentando un apposito emendamento che vada a modificare, attraverso il prossimo DL in discussione, la norma che conferisce al Sindaco di Roma poteri di commissario ai rifiuti e che gli permette di bypassare la pianificazione regionale in materia, punto su cui troverà sicuramente l’appoggio dei Gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle. Sul tema dell’inceneritore il nostro gruppo ha sempre dimostrato coerenza compiendo i doverosi passi per evitare la realizzazione di tali impianti. In Consiglio regionale abbiamo inserito una specifica previsione di legge che contiene un chiaro e netto divieto all’installazione di nuovi inceneritori, principio successivamente confermato all’interno del Piano rifiuti regionale. Mi aspetto la stessa coerenza dall’On. Rampelli e dal suo partito, considerando che adesso è al governo del Paese e non più all’opposizione”.

 Così in una nota Devid Porrello, consigliere regionale M5S e vice-presidente del Consiglio Regionale del Lazio.