Fatto il punto anche su integrazione degli ospedali del territorio

NewTuscia/Umbria – NARNI – Nei giorni scorsi,  si è svolto un vertice tra la presidente della Regione Umbria Tesei, assessore regionale alla salute e alle politiche sociali Luca Coletto, il sindaco di Narni Lorenzo Lucarelli, il direttore generale dell’Usl Umbria 2 Massimo De Fino e il direttore regionale alla sanità Massimo D’Angelo.

All’ncontro, in cui era presente anche il consigliere regionale Eleonora Pace, si è discusso della riorganizzazione del piano sanitario del territorio, narnese amerino, e sembrerebbe, secondo il sindaco Lucarelli, che vi siano state fatte delle rassicurazioni sul progetto di integrazione tra l’ospedale di Narni e quelli di Terni e Amelia, “per la cui piena attuazione – ha puntualizzato il sindaco Lucarelli – c’è bisogno di fare investimenti sul personale affinché ci sia un’effettiva integrazione e specializzazione delle strutture”. Durante l’incontro è stata inoltre confermata la riapertura del servizio di pronto soccorso 24 ore su 24 per l’ospedale di Narni, rende sempre noto Lucarelli, che commenta positivamente le dichiarazioni arrivate dai vertici regionali della sanità.

Vanno tutte nella direzione di conseguire l’obiettivo strategico della realizzazione del nuovo ospedale di Narni–Amelia”, dichiara il sindaco che sottolinea poi che “la riorganizzazione della rete ospedaliera attuale, se attuata, è in linea con il progetto del nuovo ospedale inserito nel piano triennale degli investimenti finanziabili dall’Inail. Su questo – dice ancora – auspichiamo che entro l’anno vengano prodotti tutti gli atti necessari al progetto esecutivo sulla base della rimodulazione dei servizi, così come annunciato dalla Regione. Per questo – conclude – è opportuno che vengano puntualizzati procedure e tempi per garantire certezze ai territori interessati”.