Per il Sindaco Mengoni: “L’autonomia energetica si traduce in un ritorno economico per il territorio. Siamo il secondo comune della Tuscia a partire con questa progettualità”

NewTuscia – RONCIGLIONE – Il Comune di Ronciglione si avvia a essere ancora più sostenibile ed efficiente con la creazione di una comunità energetica, ossia un insieme di utenti che, sullo stesso territorio, collaborano con l’obiettivo di produrre, consumare e gestire l’energia e di cedere la quota in eccesso.

Il progetto è stato al centro dell’incontro pubblico che si è tenuto giovedì 10 novembre alle ore 17 presso la Sala Consiliare del Comune di Ronciglione, al quale hanno partecipato il Sindaco Mario Mengoni e rappresentanti del Gruppo Enel, in particolare la controllata Enel X dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali. Questi ultimi hanno illustrato le potenzialità della comunità energetica e le varie fasi necessarie alla costituzione della nuova entità formata da persone fisiche, piccole e medie imprese, enti territoriali e amministrazioni pubbliche locali e tutti i benefici in termini economici, ambientali e sociali.

Per il Sindaco Mario Mengoni: “L’incontro ha affrontato argomenti importanti sul tema della sostenibilità e dell’innovazione del sistema energetico. La volontà dell’amministrazione di realizzare questo tavolo, con l’aiuto di esperti del settore, nasce dalla convinzione che l’amministratore debba saper avanzare delle proposte per risolvere le criticità del territorio. Una di queste riguarda proprio il settore energetico, sia dal punto di vista della qualità del servizio che della produzione di energia. Dobbiamo – ha aggiunto – mettere quindi in campo possibilità innovative ed utili all’economia, come la creazione di una comunità energetica, che permetterebbe di entrare in una logica di autonomia di produzione, anche parziale, da tradursi in un ritorno economico per il territorio”.

“Saremmo  – ha spiegato ancora – il secondo comune, dopo Montalto di Castro, a partire con questa progettualità innovativa. Oggi lanciamo un processo, che se si replicasse in altri comuni ed in altri territori più vasti, porterebbe ad una riduzione della richiesta energetica e ad una conseguente riduzione del costo dell’energia. Abbiamo parlato anche della creazione di una cabina primaria per garantire una rete energetica stabile e di qualità, che ci permetterebbe di rispondere anche ad importanti fabbisogni energetici da parte di aziende o industrie che vogliono investire nel nostro territorio. Infine, non ultima per importanza, la realizzazione di un parco per la ricarica ultra-veloce delle auto elettriche, che renderebbe la nostra città all’avanguardia anche in materia di mobilità sostenibile. La volontà è quella di rendere Ronciglione una comunità verde, attenta all’energia che si produce sia per quantità che per qualità, nonché un esempio di sostenibilità e di innovazione nella provincia di Viterbo”.

Comune di Ronciglione