NewTuscia – Una volta rientrati dalle vacanze è importante controllare con attenzione le condizioni della vettura, prima di affrontare una nuova stagione.

La verifica delle condizioni dell’auto si rivela necessaria se ci si è spostati con la quattro ruote durante le ferie, ma è altrettanto importante se si è lasciata la macchina in garage, ferma per qualche settimana.

Le condizioni dell’auto sono oggetto di un controllo di fine stagione se si è raggiunta una località di mare, e si devono fare i conti con la salsedine, oppure si sono affrontati terreni sconnessi in montagna.  Vediamo nel dettaglio come procedere.

Per conoscere più da vicino le potenzialità di una vettura, e fare agevolmente un controllo periodico, può essere utile saperne di più traendo spunto dalle prove auto, realizzate da esperti di settore, e pubblicate da riviste specializzate. Grazie ai test vengono esaminati design e forme, ma soprattutto viene eseguita una valutazione statica e una dinamica della vettura, e vengono testate le funzionalità della strumentazione tecnologica e di bordo, l’usabilità e l’accessibilità.

Una bella ripulita

Prima di ogni altro controllo è bene ripulire a dovere l’auto, dentro e fuori per liberarla da sabbia, fango, terriccio e soprattutto dalla salsedine, deleteria per la carrozzeria.

Aria condizionata e raffreddamento

In estate si è sicuramente fatto ampio uso dell’aria condizionata per cui è importante controllare i filtri, e sostituirli in caso di usura. La manutenzione costante al filtro è importante perché questo supporto ha il compito di purificare l’aria che proviene dall’esterno, spesso ricca d’impurità e sostanze che si rivelano dannose per il nostro organismo quali smog, polveri sottili, pollini e fumi tossici.

Non dimenticate di controllare il corretto funzionamento della ventola di raffreddamento del motore, per prevenire seri inconvenienti, che possono essere la causa di danni anche piuttosto gravi.

Livello dell’olio e del liquido dei freni

Di norma il controllo del livello dell’olio si esegue prima della partenza, ma per chi non lo ha fatto è bene procedere una volta tornati a casa, e comunque farlo periodicamente. La spia che indica il livello potrebbe non funzionare perfettamente, quindi curate sempre rabbocco e sostituzione dell’olio a scadenze regolari.

Anche l’impianto frenante deve essere oggetto di controlli sistematici, valutando il livello del liquido dei freni, e l’usura delle pastiglie. Chi ha fatto una vacanza in montagna, scendendo per tornanti ripidi, avrà sicuramente fatto un uso intenso dei freni, quindi il controllo è di prassi.

Pneumatici

Mare e montagna possono aver messo a rischio le gomme dell’auto. Per questo è importante controllare la pressione, l’usura del battistrada e lo stato del copertone. Fatevi consigliare dal gommista di fiducia per capire quando è giunto il momento di sostituire gli pneumatici.

Le luci

Il controllo delle luci è estremamente rapido. È sufficiente attivare tutta l’illuminazione della vettura, compresi gli indicatori di direzione, e osservare se tutte le lampadine sono accese, e perfettamente funzionanti.

Tergicristalli e spazzole

Le strade di montagna e il fango, così come il salino o la sabbia al mare,  possono aver coinvolto le spazzole dei tergicristalli, danneggiandole. Anche in questo caso il controllo è facile e rapido. È sufficiente azionare i tergicristalli e osservare come si muovono, e se puliscono i vetri a dovere. Se restano segni piuttosto evidenti, nonostante la pulizia, è bene provare a spolverare le spazzole con un panno. Nel caso si tratti solo di un deposito di polvere o salsedine, le spazzole torneranno a funzionare perfettamente, al contrario si dovrà procedere con la sostituzione.