NewTuscia – PRATO

“Cinefilante. La Scuola dell’Infanzia al Cinema” è un progetto educativo rivolto alle scuole dell’Infanzia con l’obiettivo di proporre ai bambini dai 3 ai 5 anni la visione di film in condizioni adatte alla loro sensibilità e capacità di attenzione, nel luogo che è proprio del cinema, la sala cinematografica. Lo scopo del progetto è l’accompagnamento dei piccoli, attraverso uscite scolastiche e laboratori artistici, alla scoperta del Cinema come pratica culturale e all’incontro con l’opera d’arte cinematografica.

L’iniziativa nasce nell’ambito del progetto Cinefilante, avviato nel 2021 grazie a una collaborazione tra Casa del Cinema di Prato, APS Zappa! e Pamela Maddaleno. Fin dalla nascita, il progetto ha preso contatti con le scuole dell’Infanzia con l’intento di coinvolgere quei bambini che altrimenti non avrebbero occasione di avvicinarsi al cinema come arte e pratica culturale.

“Il progetto parte da un qualcosa che già esisteva e che da molti mesi rivolge lo sguardo verso l’incontro tra il pubblico più giovane possibile e il cinema. Dall’iniziativa Cinefilante nasce un nuovo progetto, presentato al Ministero della Cultura e dell’Istruzione nell’ambito di un bando del 2022, che ha ottenuto un punteggio altissimo e un finanziamento importante per essere corroborato e rafforzato – spiega l’assessore alla Cultura Simone Mangani. Il cinema in questo caso è pensato per chi andrà ad usufruirne e quindi viene allestito in modo particolare per i bambini: le sedute sono diverse da quelle ordinarie dei cinema, pensate in modo che il bambino sia all’altezza in cui sta un adulto quando va al cinema. Un accorgimento di una semplicità straordinaria ma al quale nessuno aveva pensato prima di questo progetto”.

Le sei scuole dell’Infanzia comunali di Prato (Corridoni, Maliseti, Galciana, Galilei, Figline, Fontanelle), le scuole dell’infanzia degli Istituti comprensivi statali Don Milani (Don Milani, Munari e Tobbiana) e Marco Polo (Villa Charitas), le scuole private Il Girotondo – Il cantuccio dei sogni e Dreamers’ Nook della Cooperativa Sentieri, e il Conservatorio San Niccolò saranno coinvolte nel progetto attraverso uscite scolastiche al cinema Terminale in cui i piccoli saranno accolti in sala da un mediatore che li accompagnerà alla scoperta del luogo per comprenderne la funzione sociale e scoprire il piacere di essere spettatori. Le proiezioni, di cui due inserite nell’ambito del Festival “Un Prato di libri” 2023, cominceranno il 14 novembre e continueranno fino a dicembre, per riprendere nel secondo quadrimestre. Le scuole saranno coinvolte inoltre attraverso  i laboratori artistici in classe: un accompagnamento specifico che prolungherà la scoperta del film favorendo un approccio sensibile al cinema. Gli artisti provenienti da ambiti differenti (musica, animazione, illustrazione, danza ecc) creeranno un collegamento attivo tra il film e un’attività artistica dando corpo e materia all’opera filmica per sua natura immateriale. I laboratori saranno realizzati con il coordinamento dell’APS Zappa!

Il progetto si rivolge anche ai docenti tramite la messa a disposizione di una serie di strumenti didattici che fungano da supporto affinché il cinema entri con continuità nel programma della scuola: un kit d’iniziazione ludica al cinema, creato da esperti, da utilizzare in classe; 2 incontri di formazione per scoprire i film in anteprima, in cui un relatore fornirà informazioni contestuali sui vari cortometraggi, elementi di analisi filmica e piste pedagogiche per continuare il lavoro in classe; un portale web con materiale didattico originale relativo ai film in programma, creato in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana – Progetto “Lanterne Magiche”.

Allo scopo di coinvolgere le famiglie nel processo di educazione al cinema dei loro figli, sarà proposto un percorso di 3 incontri con psicologi – piscoterapeuti specializzati nel lavoro di gruppo per riflettere insieme a partire dalle suggestioni lasciate dalla visione dei film proposti dal progetto e consentire anche un rafforzamento del legame genitore-figlio. Questo percorso sarà curato da APS Zappa! insieme a IIPG (Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo).

Il progetto includerà anche le tre biblioteche comunali pratesi (Biblioteca Lazzerini, Biblioteca Nord e Biblioteca Ovest) e il Centro Righi dove verranno create delle nuove sezioni video specializzate in film per l’infanzia. Inoltre, la Sezione ragazzi e bambini della Biblioteca Lazzerini collaborerà al progetto proponendo bibliografie e filmografie specifiche che sosterranno e approfondiranno i percorsi didattici proposti alle classi.

Le tre scuole private (Maria Immacolata, San Giuseppe, Santa Teresa del Bambin Gesù), saranno coinvolte, invece, in un’attività specifica, curata dalla Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana che arricchirà la proposta con una finestra sulla video arte, la quale prevede l’avvicinamento dei piccoli all’Arte contemporanea attraverso uscite al cinema e laboratori didattici presso il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci. L’attività sarà sostenuta, anche economicamente, dalla Fondazione che la arricchirà con una proposta formativa specifica per docenti sulla videoarte nonché con l’esperienza delle proprie risorse umane in materia di educazione.

Il Comune di Prato supporterà la proposta mettendo a disposizione la professionalità del suo coordinamento pedagogico per creare a monte un sistema di monitoraggio e valutazione del porgetto per individuarne i limiti e le qualità intrinseche, sostenere le attività di approfondimento e rilancio nei contesti scolastici in collaborazione con gli insegnanti, promuovere e raccogliere la documentazione educativa, ampliare con i contributi delle scuole i Dossier pedagogici legati alle due proiezioni che restino come patrimonio dell’esperienza, collaborare con la Biblioteca Lazzerini – Sezione bambini e ragazzi e il Centro Righi per la costruzione di bibliografie secondo le tematiche emergenti/connesse che indicheranno gli insegnanti e favorire l’accesso al prestito bibliotecario.

Tutte le iniziative inserite all’interno del progetto coinvolgeranno circa 1450 bambini e bambine delle scuole dell’Infanzia di Prato, 115 insegnanti, 2 sale cinematografiche, 3 biblioteche comunali e il Centro Righi, 16 scuole dell’Infanzia.

“Cinefilante. La Scuola dell’Infanzia al Cinema” è un progetto promosso da Casa del Cinema di Prato Società Cooperativa – Impresa Sociale in partenariato con Comune di Prato – Servizio Pubblica Istruzione e Sistema bibliotecario, Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana, APS Zappa!, APS Il Geranio, IIPG – Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo, Istituto Comprensivo Marco Polo, Istituto Comprensivo Don Milani, Conservatorio San Niccolò, Sentieri Società Cooperativa Sociale, Scuola dell’Infanzia Maria Immacolata, Scuola dell’Infanzia San Giuseppe, Scuola dell’Infanzia Santa Teresa del Bambin Gesù, con il sostegno di Fondazione Sistema Toscana – Progetto “Lanterne magiche”.

Il progetto ha ottenuto il quarto posto sui 150 totali presentati in tutta Italia, con un finanziamento di 56.000 euro da parte del Ministero della Cultura e Ministero dell’Istruzione nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola, sul bando “Il cinema e l’Audiovisivo a scuola – Progetti di rilevanza territoriale”. Responsabile scientifico Pamela Maddaleno.