di  Chiara Salvatori

NewTuscia-MESSINA

Termina con la vittoria dei peloritani Messina-Monterosi. Il festival gol è stata questa dodicesima giornata di campionato, disputatasi al Franco Scoglio in un inconsueto orario, 12:30, causa crisi energetica. Sono state ben tre le reti siglate dai padroni di casa, di cui una, quella memorabile dagli 80 metri di Lewandoski, il portiere di casa Messina. Tre punti sicuramente meritati per i siciliani, che hanno lottato per 90 minuti e oltre, pur di tentare la risalita da un posizionamento in classifica non proprio ridente.

LA PARTITA

Il Primo tempo

Il Franco Scoglio ha accolto oggi le due formazioni in campo così schierate: 3-4-3 per il Messina, 3-5-2 per il Monterosi. È proprio quest’ultimo a gridare il primo presente del match, giunto al 9’ con Cancellieri, autore di una bella rovesciata che trova però la conclusione sul palo. Dopo l’avvio giusto, però, la squadra di Menichini inizia pian piano a spegnersi e a risultare in campo non proprio ordinata e a concedere tanto se non troppo agli avversari. Il primo errore è arrivato con Fazzi (19’p.t ), penetrato nel cuore della difesa avversaria, con facilità, primo marcatore del match. Il secondo autore di questa ambigua partita è stato, quasi a ricordare quel famoso Modena-Imolese del trascorso campionato, il portiere Lewandoski. Dagli 80 metri su rinvio, calcia lontano, sorprendendo Alia e non solo (33’ p.t). Qualità del Monterosi è sempre stata quella di non intimorirsi ai risultati avversi, con Lipani ( 40’ e 46’ p.t) , si sono infatti riaccese le speranze , seppur smorzate in parte da uno tra i migliori in campo di questa giornata : Grillo (42’).

La Ripresa

Nella ripresa viene congelato il risultato favorevole per i peloritani, 3-2, del primo tempo. A ben poco sono serviti i tanti cambi impartiti da Menichini; uno tra tutti l’ingresso di bomber Costantino per Gasperi, al fine di rafforzare il reparto offensivo tramite un tridente d’attacco sicuramente temibile. Il secondo tempo ha visto, comunque, protagonista il Monterosi, più ordinata, motivata e fisica. Corretti gli errori in porta e in difesa biancorossa, nella ripresa, ma poco, se non nulla hanno pesato triangolazioni e pressing. Non un tentativo di pareggio è infatti pervenuto dai biancorossi, per saccheggiare due punti dalle tasche piene dei messinesi.

TABELLINO

ACR MESSINA-MONTEROSI 3-2
MARCATORI: FAZZI (MES) 19’ p.t; LEWANDOWSKI (MES) 33’ p.t; LIPANI (MON) 40’, 46’ p.t; GRILLO 42’ p.t
ACR MESSINA (3-4-3): Lewandowski 6.5; Berto 6, Camilleri 6, Filì 6 (Trasciani dal 41’ s.t); Fiorani 6, Mallamo 6 (Marino 6 dal 14’ s.t), Fofana 6, Fazzi 6.5; Grillo 7(Napoletano 6.5 dal 30’ s.t), Curiale 6.5 (Balde dal 14’s.t 6), Catania 6.5. (Daga, Versienti, Zuppel, Balde, Ferrini, Angileri, Iannone)
Allenatore: Auteri 6.5
MONTEROSI (3-5-2): Alia 5; Mbende 6, Tartaglia 6, Piroli 6 (Tolomello dal 41’ s.t); Verde 5.5 (Burgio dal 30’ s.t 6) , Lipani 6.5 , Di Paolantonio 6 (Parlati dal 30 s.t 6), Gasperi 6(Costantino dal 14’s.t 6) , Cancellieri 6.5( Di Renzo dal 30’ s.t 6) ; Carlini 6, Santarpia 5.5 . (Moretti, Costantino, Giordani, Liga, Di Francesco, Ferreri)
Allenatore: Menichini 6
Arbitro: Zanotti di Rimini 6
Migliore: GRILLO
NOTE: ammoniti Marino, Mbende