NewTuscia – VITERBO – Anche quest’anno, in occasione della Giornata del 4 Novembre, Festa delle Forze Armate e dell’Unità d’Italia, rappresentanti del Lions Club di Viterbo con il suo Presidente, Avvocato Giuliano Nisi, hanno onorato tutti coloro che, in divisa, hanno sacrificato, in guerra ed in pace, la loro vita per l’ideale supremo della Patria.

La giornata si si è aperta con la Cerimonia dell’Alza Bandiera presso la Scuola Sottufficiali dell’Esercito dove, alla presenza dei Reparti schierati, è stato posto un cuscino di fiori al Monumento in ricordo dei loro Caduti.

Analoghe, ma più sobrie Cerimonie, si sono poi svolte presso il Centro Addestrativo dell’Aviazione dell’Esercito e la Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare.

Il Lions Club Viterbo, con questo gesto, ha inteso così rendere attuale il suo messaggio che vuol esprimere stima e vicinanza a tutti i nostri militari; primi fra tutti a coloro che sono oggi presenti nelle aree di crisi di tutto il mondo e che difendono, con la loro azione, quella pace e quel benessere che la nostra Italia ha faticosamente raggiunto.

“Questo abbraccio ideale – dice il Presidente dei Lions – continua anno dopo anno ed è entrato oramai nella storia del Club ottenendo lo scopo di dare anche continuità al bel rapporto di amicizia e di collaborazione stabilito con le Autorità Militari locali”.

Successivamente, la mattina del 12 novembre, ricorrendo l’anniversario della strage di Nassiriya, in continuità con l’intento di onorare tutte le Forze Armate, i Lions deporranno una Corona d’alloro al Monumento al Carabiniere.

Sarà anche questo un momento di partecipata commozione, comprensibilmente sempre carico di sentimenti patriottici, reso ancora più solenne dagli squilli di tromba che intoneranno il “Silenzio fuori ordinanza”, e che richiameranno alla mente i tristi momenti della morte di quei nostri soldati.

Lions Club Viterbo