NewTuscia – VITERBO – La Klimax Theatre Company (compagnia teatrale riconosciuta dal MIC, ideata e diretta dall’attore, autore e regista teatrale Luca Varone) presenta Klimax Stream.  Si tratta di un progetto di teatro digitale volto a supportare gratuitamente la cultura e l’apprendimento delle lingue straniere nelle scuole pubbliche e paritarie di tutta Italia, al fine di mettere in connessione i ragazzi, non solo con loro stessi, ma anche con i loro compagni e gli insegnati, attraverso l’arte teatrale, creando così relazioni che facciano emergere desideri, bisogni ed ambizioni.

«L’assessorato alla cultura e all’educazione – commenta l’assessore Alfonso Antoniozzi – ha aderito convintamente a questo progetto che unisce alla magia del teatro la possibilità di approfondire la conoscenza della lingua inglese. Sarebbe meraviglioso se tutti gli Istituti Scolastici accogliessero questa proposta col medesimo entusiasmo, nella speranza non solo di perfezionare le conoscenze dei ragazzi ma di creare futuri spettatori o, perché no, futuri professionisti dello spettacolo».

L’obiettivo del progetto trova la piena condivisione anche da parte della sindaca Chiara Frontini, che alle parole dell’assessore Antoniozzi aggiunge: «La nostra amministrazione ha tra le sue priorità anche quella di favorire un’azione di internazionalizzazione. Questo progetto, promosso  da  Klimax Theatre Company,  è pienamente in linea con questo nostro obiettivo. Non solo. Il coinvolgimento delle nuove generazioni, ne sono certa, contribuirà ad accelerare e agevolare questo importante processo culturale e sociale”.

«Il mio intento nell’ideare questo progettosostiene il Presidente e direttore artistico della Klimax Theatre Company, Luca Varoneconsiste nel fare in modo che le nuove generazioni possano avvicinarsi al teatro anche con la transizione digitale, attraverso sperimentazioni ed innovazioni del linguaggio teatrale. L’obiettivo principale futuro sarà quello di far diventare Klimax Stream una libreria digitale teatrale sempre a disposizione delle scuole italiane, incrementando l’offerta teatrale con l’aggiunta di altre pièces oltre che in inglese e francese anche in spagnolo, tedesco e italiano, affinché la piattaforma possa diventare uno strumento di studio prima della visione dello spettacolo in presenza. Inoltre è nostra intenzione raggiungere tutti quei piccoli centri cittadini sparsi sul territorio nazionale, e sono tantissimi, dove sono ubicati gli istituti scolastici che risiedono lontani dai teatri e non hanno alternative per la fruizione teatrale».

Il progetto nasce nella primavera del 2020, in piena pandemia, quando con i teatri chiusi, la Klimax ha ben pensato di mettere a disposizione degli studenti – costretti a un digiuno culturale – una piattaforma in grado di proporre una didattica alternativa a quella tradizionale.

Klimax Stream, distribuito per la Klimax dalla responsabile Annamaria Zuccaro – attraverso accordi di partenariato con gli enti pubblici culturali del Paese – si è rivelato vincente fin da subito, ecco perché si è giunti alla conclusione di offrire a tutte le scuole d’Italia, l’accesso gratuito per la stagione scolastica 22/23 alla piattaforma streaming. L’ufficio incaricato dall’ente si occuperà di consegnare alle scuole gli step per l’accesso.

«Klimax Stream – riferisce l’attrice e direttore amministrativo della compagnia Solange Corso – si rivolge a tutte le scuole di ordine e grado, in presenza e/o in DAD, attraverso qualsiasi dispositivo digitale, dalla LIM in classe al cellulare dello studente. Con un semplice account, i docenti e gli studenti potranno avere accesso ad una piattaforma digitale teatrale interattiva in lingua inglese e francese. Gli spettacoli a disposizione saranno 6, ognuno con un topic importante per gli studenti sul piano dell’informazione e della prevenzione oltre che dell’istruzione in senso stretto. Gli argomenti scelti e trattati: cyberbullismo, dipendenza digitale, argomenti di educazione civica e letteratura straniera».

Quello ideato dalla Klimax Theatre Company non si limita alla semplice visione di spettacoli in lingua on line, ma di un vero e proprio laboratorio linguistico teatrale, poiché per ogni singolo spettacolo sono previsti in piattaforma contenuti di approfondimento, studio e ricerca. Si parte dal video integrale dello spettacolo in lingua originale e si prosegue con lo script integrale in lingua originale, il glossario lessicale, il materiale informativo con approfondimenti relativi al tema trattato, il video tutorial che spiega i “passaggi” delle opere teatrali ed infine il questionario sulla comprensione dell’opera con lo scopo di descrivere e approfondire le tematiche trattate, creando spunti di riflessione nonché momenti di confronto e dibattito.