NewTuscia/Umbria – GIOVE – Sono state installate in via del tutto sperimentale, tre colonnine per il rilevamento della velocità veicolare, lungo il tratto stradale di ingresso al centro abitato del capoluogo comunale di Giove.

A renderlo noto è il Comune, attraverso una nota stampa: “Sia quello per ora dove si sono registrati picchi di infrazioni di velocità rilevati nei giorni di monitoraggio”. Dovendo scartare altri metodi o dispositivi poiché in contrasto con il codice della strada – aggiunge poi il sindaco Marco Morresi – lo strumento del rivelatore di velocità è risultato il miglior metodo di dissuasione e prevenzione. Troppo spesso ormai e da troppo tempo – nota Morresi, a nome dell’amministrazione – si constatano velocità elevate soprattutto all’ingresso di Giove e anche su Via Amerina.

Noi come amministratori vogliamo cercare di prevenire il peggio e provare a garantire maggior sicurezza per tutti, puntando sulla moderazione della velocità. Non c’è nessun intento persecutorio, nessuna macchinetta nascosta o imboscata”.

Sempre l’amministrazione specifica poi che si tratta di una sperimentazione limitata nel tempo, durante la quale saranno effettuati dei controlli della velocità e comunque sarà finalizzata all’installazione definitiva delle colonnine dove il rilevatore sarà posizionato, se autorizzato dalla prefettura, senza la presenza di organi di polizia.