NewTuscia – VITERBO – Assoturismo, Federazione sindacale rappresentativa delle imprese operanti nel settore turismo della Confesercenti e FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS, hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa per diffondere e far conoscere il valore ed il patrimonio paesaggistico ed artistico dei beni presenti sul territorio italiano in favore degli associati. Le Associazioni si impegnano ad una proficua collaborazione in questa direzione, attraverso tutti gli strumenti e le attività a disposizione.

“Tutte le iniziative volte a fornire una spinta ad uno dei comparti più importanti per il nostro Paese – commenta il presidente di Assoturismo Confesercenti Vittorio Messina – data la concentrazione straordinaria del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico, vanno indirizzate su più fronti, puntando a coinvolgere tutti gli attori: enti locali, imprese, lavoratori, comunità. Tutto questo facendo tesoro dei fondi stanziati all’interno del Piano nazionale di ripresa e resilienza, in particolare con riferimento al turismo 4.0. In questo contesto si innesta la partnership tra FAI e Assoturismo, al fine di divulgare un messaggio valoriale che porti ad una sinergia con le realtà imprenditoriali, a sostegno della cultura ed in particolare del territorio di riferimento delle varie realtà.”

“Il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS – afferma Marco Di Luccio, Direttore Beni del FAI – crede fortemente che per uno sviluppo valoriale ed economico del turismo in Italia sia indispensabile una sinergia tra il mondo dell’impresa, quello culturale e quello del non profit. Promuovere l’educazione, la conoscenza e il godimento del patrimonio storico ed artistico della Nazione è uno dei cardini della nostra missione. Il protocollo d’intesa con la Federazione Nazionale Assoturismo Confesercenti è per noi una grande opportunità di divulgazione e per fare rete con il territorio”.

“Abbiamo accolto con grande entusiasmo ed attenzione anche a livello locale il protocollo sottoscritto da Assoturismo nazionale e FAI ETS – commenta Vincenzo Peparello Presidente Confesercenti di Viterbo e Responsabile Area Turismo Regionale -. E’ un protocollo importante, non solo per promuovere, ma anche per far conoscere ed apprezzare ancor di più un comparto di valore inestimabile come appunto è il patrimonio storico, artistico, culturale e ambientale italiano. Abbiamo la consapevolezza che solo mettendo in rete tale patrimonio con il coinvolgimento di tutti gli attori pubblici, privati, associazioni e dell’intera comunità locale si possono raggiungere risultati inaspettati a sostegno della cultura e dello sviluppo del territorio”.