Stefano Stefanini

NewTuscia – CAGLIARI – Il  Concerto „Musica col Rotary in Cattedrale“ e‘ stato voluto nella serata di sabato 22 ottobre dal  Rotary Club Passport Italia District 2080 nella  splendida Cattedrale di Cagliari, con il prezioso apporto dei  Soci  del Club residenti a Cagliari e in Sardegna.

Il Concerto Mariano per Organo e Soprano viene eseguito dai Soci del Rotary Passport Club  all‘Organo, con il maestro Gianmario Cavallaro e dal soprano Victoria Shapranova, con l‘illustrazione dei brani da parte della giornalista dott. ssa Flavia Corda, ed e‘ dedicato alle famiglie profughe ucraine, alle quale va tutta la  solidarietà umana del Club e dei presenti.

Il Concerto è dedicato alla figura della Madonna e prevede l‘esecuzione di una serie di Ave Maria di autori internazionali e brani d‘organo, composti tra il 1700 e il 1900.

Il Passport Club, come dichiarato dalla sua presidente Paola Agosto, ha voluto associare la musica sacra all’ aspirazione profonda dei popoli al dialogo tra i belligeranti, per giungere quanto prima alla Pace nella  martoriata Ucraina, esprimendo una profonda solidarietà con le famiglie ucraine profughe in Italia.

Il maestro Gianmario Cavallaro, socio del Rotary Passport 2080, direttore d’orchestra e appassionato cultore della musica degli organi storici ha accolto con entusiasmo, insieme al soprano Victoria Shapranova l’invito a dedicare alla Madonna Regina della Pace ed alla concordia tra i popoli il concerto con al centro  l’Organo  di questa Cattedrale.

Il Maestro Gianmario Cavallaro si e’ dichiarato entusiasta di poter suonare l‘ Organo della Cattedrale di Cagliari,  costruito nel 1955 dalla Ditta “Vincenzo Mascioni” di Cuvio (Varese) ed inaugurato dal Maestro Giuseppe Nano il 30 ottobre dello stesso anno, in occasione della solennità del Santo Patrono della Città di Cagliari.

Introducendo il Concerto di beneficenza in aiuto alle famiglie profughe ucraine, la presidente del Club Passport ITALIA District 2080 ha  Espresso a nome dell‘intero Club  il più sincero ringraziamento all’Arcivescovo Metropolita di Cagliari, Sua Eccellenza mons. Giuseppe Baturi, a don Alberto Pala per l’ospitalità, ai Club Rotary della Città Metropolitana di Cagliari e al Club per l‘Unesco di Cagliari, che hanno sostenuto e partecipato attivamente alla realizzazione dell‘iniziativa.