NewTuscia – CANTALICE –  Carabinieri della Stazione di Cantalice hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Rieti un medico di base per falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in certificati o autorizzazioni amministrative. Le indagini hanno consentito di acclarare che il medico avrebbe rilasciato un certificato anamnestico che ha poi consentito al paziente di ottenere una licenza di porto di fucile per uso sportivo, benché assuntore di farmaci antiepilettici e antidepressivi, prescritti, tra l’altro, dallo stesso medico.

L’indagine ha preso le mosse dopo che l’interessato, su segnalazione di un passante, era stato trovato dai Carabinieri della Stazione di Monte Terminillo, sulla S.R. 4 bis, disteso a terra, in evidente stato di ebbrezza alcolica. Si rese necessario, pertanto, l’immediato ritiro sia del titolo abilitativo che di un fucile da caccia regolarmente detenuto, con conseguente richiesta alla Prefettura di Rieti di emissione del provvedimento di divieto di detenzione di armi. La Stazione di Cantalice ha successivamente approfondito gli aspetti di eventuale responsabilità del medico che rilasciò il certificato anamnestico, procedendo infine alla denuncia in stato di libertà del citato professionista per falso. Si dà atto, come di consueto, che il procedimento penale è ancora nella fase delle indagini preliminari e che eventuali responsabilità penali saranno valutate dall’Autorità Giudiziaria.