Biologia e legislazione in materie inerenti la pesca per la tutela del patrimonio ittico del Lazio. Celebrata la Giornata Mondiale dell’alimentazione

Stefano Stefanini

NewTuscia – ROMA – Dopo la pausa imposta dalla pandemia di Covid, ripartono finalmente i corsi di formazione in presenza per le Guardie Giurate Ittiche Volontarie, incaricate di svolgere la vigilanza sull’esercizio della pesca nelle acque interne del Lazio ai sensi della L.R. n. 87 del 7 dicembre 1990 che regolamenta la pesca e la tutela del patrimonio ittico regionale.

Con la riapertura dei corsi, che si terranno nella sede ARSIAL di Roma, si accoglieranno le domande di partecipazione finora rimaste inevase a seguito dell’ultimo avviso pubblicato a marzo 2019. Le lezioni verteranno su argomenti di biologia e di legislazione in materie inerenti la pesca, e avranno la durata di 26 ore totali.

I candidati verranno contattati telefonicamente in base alla cronologia delle richieste di partecipazione pervenute.
A gennaio 2023 saranno attuati gli eventuali successivi corsi , in base alle richieste pervenute.

Giornata Mondiale dellAlimentazione, Non lasciare nessuno indietro” è il tema di questanno.  E’ stata celebrata domenica 16 ottobre  la Giornata Mondiale dellalimentazione”, che per il 2022 è scandita dal tema Non lasciare indietro nessuno”.  Proprio lalimentazione è al centro della mission di Arsial, che opera su mandato regionale per favorire la crescita, lo sviluppo e linnovazione nel settore agricolo laziale.  

La “Giornata Mondiale dell’alimentazione – World Food Day”, e’ stata istituita nel 1979 per ricordare la fondazione della FAO il 16 ottobre del 1945 e osservata in oltre 150 paesi del globo, con l’intento di sensibilizzare gli individui sulle problematiche della povertà, della fame e della malnutrizione, sulla sicurezza alimentare e sul diritto alla nutrizione nell’intero pianeta.  A partire dal 1981 ogni edizione viene commemorata mettendo in risalto un particolare tema, sul quale sono focalizzate gran parte delle attività. Il tema dell’edizione di quest’anno è “Non lasciare nessuno indietro. Una produzione migliore, una nutrizione migliore, un ambiente migliore e una vita migliore”.

L’alimentazione, unita ai temi chiave dello sviluppo agricolo, della tutela della biodiversità di interesse agroalimentare, della lotta allo spreco e della valorizzazione delle produzioni di qualità, è al centro della nostra mission dell’ARSIAL, Agenzia pubblica regionale del Lazio  nella quale rientrano, tra le funzioni connesse al mondo del cibo:

  • la sperimentazione e il trasferimento dell’innovazione in agricoltura;
  • l’aumento della produttività nelle aziende agricole, anche attraverso interventi di ricomposizione fondiaria;
  • l’assistenza tecnica, nell’ambito del sistema regionale dei servizi di sviluppo, in materia di produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  • la tutela e la salvaguardia della biodiversità di interesse agrario;
  • la conservazione della fauna ittica nelle acque interne del territorio regionale;
  • l’avvio di studi, ricerche, progetti e interventi per la realizzazione di azioni pubbliche, anche sperimentali, dirette a processi di sviluppo agricolo;
  • la tutela della sicurezza alimentare, anche attraverso l’elaborazione di studi, ricerche e progetti;
  • la gestione del servizio agrometereologico della Regione Lazio;
  • l’avvio di programmi di educazione alimentare, come il ventennale “Sapere i Sapori;
  • la promozione delle produzioni agroalimentari regionali, con l’obiettivo di accrescerne conoscenza e consumo;
  • l’informazione ai consumatori su aspetti legati all’agricoltura e alla produzione agroalimentare.

In coerenza con la propria mission, Arsial svolge attività finalizzate allo sviluppo, alla tutela, alla promozione e alla diffusione dell’informazione, in favore dell’intero sistema agroalimentare regionale, con l’intento di favorirne la crescita e accrescerne la competitività.