In esecuzione i progetti di barriere acchiapparifiuti, educazione ambientale, in avvio la piantumazione di nuovi alberi, prevenzione di morie ittiche e  rimozione di relitti nel Tevere

Stefano Stefanini

NewTuscia – ROMA – “La giunta regionale ha approvato una delibera regionale che stanzia nuove risorse, pari a 133mila euro, per il piano di monitoraggio e l’attuazione dei Contratti di Fiume già sottoscritti dalla Regione Lazio e per i processi di Area Marina Protetta dell’Ente regionale Romanatura (Area Marina delle Secche di Tor Paterno) e del Comune di Ventotene (Area Marina di Ventotene Santo Stefano)”.

Ad annunciare la notizia Cristiana Avenali, Responsabile dei Contratti di Fiume della Regione Lazio che aggiunge: “Siamo orgogliosi di essere tra le prime regioni che hanno deciso di puntare su questi strumenti partecipativi per tutelare e valorizzare l’ambiente, coinvolgendo Comuni, Enti Parco, associazioni, società e cittadini che vogliono collaborare nel prendersi cura del territorio e delle nostre straordinarie risorse ambientali con azioni concrete. Dopo la sottoscrizione dei contratti e la grande partecipazione, non ci fermiamo e continuiamo a sostenere i nostri contratti firmati nella fase di monitoraggio dell’attuazione delle azioni e nel monitoraggio delle possibili risorse necessarie per l’attuazione delle azioni previste.

Così come sosteniamo quello che è un nostro fiore all’occhiello e cioè il processo dei contratti di Area Marina Protetta che ci vede come prima regione in campo nel panorama nazionale. Sono passi molto importanti nel percorso dei Contratti di Fiume, Lago, Costa e Foce e dei Contratti di Area Marina Protetta che ci permettono di garantire l’efficacia e la continuità delle azioni nonché di monitorare il raggiungimento dei risultati. Andiamo avanti su questa strada per una corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori, salvaguardandoli dal rischio idraulico e contribuendo allo sviluppo locale.”

I 10 processi giunti alla sottoscrizione dei Contratti che saranno finanziati sono: Contratti di Fiume dell’Aniene, del Tevere da Castel Giubileo alla foce, della Media Valle del Tevere, del fiume Paglia, del fiume Ufente, i Contratti di costa dell’Agro Pontino e della Riviera di Ulisse e foce del fiume Garigliano, i Contratti del lago di Bracciano e del lago di Bolsena, del fiume Marta e della costa tirrenica antistante Tarquinia e per il Contratto di fiume, costa e paesaggio Arrone, per i quali sono stati previsti finanziamenti per complessivi 50.000 euro per garantire la stabilità del partenariato e l’efficacia delle azioni. I due processi per la firma del Contratto di Area Marina Protetta riguardano le Secche di Tor Paterno e l’Area Marina Protetta di Ventotene Santo Stefano.

Ricordiamo che tra il 21 e il 25 febbraio 2022 erano state sottoscritti   ben 8 Contratti di Fiume, Lago, Costa, Foce della Regione Lazio.

“Il percorso iniziato nel 2017 ha portato la Regione Lazio ad essere oggi un’eccellenza in Italia, in un momento cruciale per costruire un futuro di sostenibilità – spiega Cristiana Avenali, responsabile Piccoli Comuni e Contratti di Fiume – realizzando un passo in avanti decisivo che ci permetterà di replicare il successo di progetti già in essere come quelli delle barriere acchiapparifiuti o di educazione ambientale, ma anche di avviarne altri per la piantumazione di nuovi alberi, la prevenzione delle morie ittiche e la rimozione dei relitti ancora presenti nel Tevere.

I contratti di fiume sono un vero e prezioso strumento concreto di partecipazione e costruzione di una idea, di una visione di sostenibilità ambientale e sociale, veramente potenti. Un nuovo modo di pianificare sul territorio all’insegna del rispetto dell’ambiente, della biodiversità, dei bisogni e della salute delle persone, e dell’innovazione.

La Regione Lazio, insieme al territorio, è stata protagonista di un percorso di partecipazione che ha coinvolto, solo in questi 8 contratti, oltre 70 Comuni di diverse province e in generale oltre 300 enti pubblici, privati e del terzo settore.  Questo percorso arriva a compimento in un momento strategico in cui si aprono nuove opportunità con i fondi del PNRR e la nuova programmazione europea.”

I Contratti di Fiume, Lago, Costa, Foce firmati sono:  Contratto di Fiume Tevere da Castel Giubileo alla foce, Contratto di Fiume Media Valle del Tevere, Contratto di Fiume per l’Aniene, Contratto di Costa dell’Agro Pontino, Contratto di Fiume Ufente, Contratto di Lago Bracciano, Contratto di Costa Riviera di Ulisse e Contratto di Fiume del Paglia.

Il Contratto di Fiume Media Valle del Tevere ha efficacia da Orte alla Riserva Regionale Naturale Tevere Farfa (Diga di Nazzano) ed è stato promosso dal Comune di Magliano Sabina (Capofila).

I soggetti promotori sono: Comune di Orte (VT), Comune di Gallese (VT), Comune di Civita Castellana (VT), Comune di Torrita Tiberina (RM), Comune di Otricoli (TR), Comune di Magliano Sabina (RI), Comune di Collevecchio (RI), Comune di Stimigliano (RI), Comune di Forano (RI), Comune di Poggio Mirteto (RI), Comune di Montopoli di Sabina (RI), Comune di Nazzano (RM), ARPA LAZIO, Riserva Regionale Naturale Tevere-Farfa.