NewTuscia – VITERBO – Parte stasera, con l’esordio casalingo contro la ben conosciuta San Paolo Ostiense, la stagione agonistica 2022/2023 per la Ortoetruria-WeCOM Stella Azzurra VT.
Una prima partita da giocare subito con grande attenzione, mentalità ed approccio giusti contro una
squadra collaudatissima e di ottima levatura come quella romana.
I biancostellati mettono in campo quest’anno un roster in parte modificato da quello del 2021/22.
Usciti per motivi diversi Rovere e Rubinetti, piena riconferma per Casanova, Cittadini, Meroi,
Nieddu, Pebole, Price, Rogani e Taurchini, autori di un ultimo campionato di grandissimo livello.
Ritorno in biancoblu per Baldelli, fermo lo scorso anno per motivi lavorativi e nuovi arrivi per Matteo
Grande, Diego Martino e Carlo Ortenzi, giocatori di qualità ed esperienza che porteranno un
fondamentale contributo alla squadra.

“Non possiamo in alcun modo pensare di vivere di rendita su quanto fatto nel recente passato –
dichiara coach Fanciullo. Si ricomincia con la convinzione di dover dare sempre il meglio e di dover puntare al massimo risultato possibile. Essere stati protagonisti assoluti della scorsa annata non conta nulla nel campionato che sta per cominciare. Ripartiamo tutti alla pari e da zero, ma aver combattuto fino all’ultimo secondo ci deve dare la consapevolezza che ci sono le basi per continuare a vivere un’altra grande stagione. Questo è un anno di transizione che vedrà ben 5 squadre promosse in B interregionale. Sembrerebbe tutto più facile. In realtà, le cose sono più complicate perché l’aumento dei posti-promozione ha spinto tutti a rafforzarsi notevolmente, con almeno 10-12 formazioni con le carte in regola per farcela. La Stella Azzurra è inserita nel girone A che vede oggettivamente la
stragrande presenza delle formazioni più accreditate alla promozione, ma anche noi siamo tra queste
e vogliamo fare bene”.
Dunque si ricomincia. Per un importante obiettivo, per difendere i nostri colori, per emozionare i tanti
che vorranno essere al nostro fianco.
Palla a due alle 18 sotto la direzione di Pastore di Marino e Rosato di Roma.
Ingresso gratuito.