Chiara Salvatori

NewTuscia – PONTEDERA – Tre punti pieni quelli conquistati oggi a Pontedera con il Francavilla di Calabro. Bomber Costantino si è rivelato, ancora una volta, la bestia nera dei biancocelesti. La partita dei rigori, questa, che ha visto ancora emergere la grande bravura di Alia nel parare i rigori e non solo. Termina 2 a 1 Monterosi-Virtus Francavilla.

Le formazioni

Di nuovo turno in “casa” Mannucci per gli undici di Menichini, questa volta pronti a scendere in campo per sfilare tre punti al Francavilla di mister Calabro. Ritorna, in questa giornata, tra le fila biancorosse bomber Costantino, sfruttato ancora una volta per il collaudato 4-3-1-2. La difesa è nuovamente affidata a Mbende, Piroli, Borri e Cancellieri. Il tris centrale è composto invece da Verde, Lipani e Parlati. La coppia d’attacco, per questa quinta giornata, è Costantino-Santarpia, supportata alle spalle da Carlini. Tra i pali ancora una volta l’esperto Alia. L’ex allenatore Viterbese e Catanzaro opta, invece, per un 3-4-3. Spunta nel tridente offensivo il nome di Ekuban, uno dei protagonisti biancorossi della scorsa stagione.

Il portiere del Monterosi Alia para un rigore e regala la vittoria alla squadra di mister Menichini

La Partita

Primi dieci minuti, quelli a Pontedera, caratterizzati da ritmi blandi, equilibrio e studio reciproco. Al 12’ arriva il primo squillo del match, con il biancoceleste Patierno che cerca Ekuban, non trovando però l’intesa giusta. Al 14’ i padroni di casa rispondono con “presente”, tramite una bella azione in contropiede di Verde, che cerca l’assist giusto per bomber Costantino ma nulla può causa posizione irregolare. Degne di nota anche le conclusioni esplosive (21’ e 25’) di Parlati e Verde ancora. Il Monterosi in questo quarto di match riesce finalmente a trovare la sua abituale incisività e personalità. Al 30’ arriva poi l’occasione d’oro, a premiare, quasi, il gran gioco di squadra dei biancorossi degli ultimi minuti: azione fallosa di Miceli ai danni di Santarpia in area piccola. Il direttore di gara Grasso, decide, quindi, di concedere ai padroni di casa calcio di rigore. Costantino lo sfrutta a pieno trovando il gol del vantaggio (31’). L’ago della bilancia si sposta: è ora 1 a 0 per la Tuscia. I pugliesi cercano di recuperare in più occasione. Se Patierno e Carella sono però al loro massimo ben diverso è per l’ex Monterosi Ekuban, che quasi mai riesce a trovare l’intesa con i compagni. Il vero spettacolo arriva, però, con Carlini che si attiva al minuto uno di recupero secondo tempo. Una spettacolare azione individuale che parte dalla profondità avversaria sino all’area piccola, in cui serve chirurgicamente Mbende, il quale serve Santarpia che riesce però solo in una conclusione telefonata al portiere pugliese Avella.

Mister Menichini del Monterosi

La seconda parte del match è giocata a ritmi alti e animi vivaci. Ben tre,infatti, sono stati i calci di rigore assegnati dal direttore di gara Grasso, trasformando, così, il match in una gara dei rigori. Il primo viene assegnato per intervento falloso di Miceli su Costantino (60’). Quest’ultimo batte e spiazza Avella, siglando il suo sesto gol stagionale. Arriva poi il turno di Alia che interviene in ritardo su Carella, questo cosa caro ai padroni di casa. Patierno, infatti, al 66’, spiazza il portiere biancorosso, siglando il primo gol dei pugliesi. Terza e ultima occasione di ribaltare la partita, giunge al Francavilla al 78’, causa azione scorretta di Piroli ai danni Tchetchoua. Alia, però, riesce ancora una volta a stupire schermando la zampata di Patierno.

Si conclude quindi sul 2 a 1 per i padroni di casa, questo match “ping-pong” al Mannucci di Pontedera.