NewTuscia – VITERBO – Macina chilometri su chilometri il camper della Lega toccando, giorno dopo giorno, tutti i comuni della Tuscia: Barbarano, Blera, Vejano, Villa San Giovanni in Tuscia, Oriolo Romano,

Bassano Romano, Tuscania, Acquapendente, Sutri, Nepi, Civita Castellana, Monterosi, Orte, Gallese. Il camper viaggia senza sosta e chi ancora non l’ha avvistato, può stare tranquillo: prima del 25 settembre farà la sua comparsa in tutti i Comuni, sostando nelle piazze, nei mercati e in ogni punto di aggregazione sociale cittadino. 

A bordo l’instancabile responsabile della Lega Giovani della Provincia di Viterbo, Giovanni Congedi, che ha lanciato l’idea, sulla scia di quanto stanno già facendo al nord sia il leader della Lega, Matteo Salvini, sia segretario federale giovani Luca Toccalini.  A bordo di quella che è diventato una sede elettorale mobile in grado di arrivare in ogni più remoto angolo della Tuscia, si avvicendano alcuni esponenti del partito,  a cominciare dal coordinatore provinciale, Andrea Micci, ma anche il vice Fabio Bartolacci. «Ringrazio Giovanni Congedi che oltre a lanciare l’iniziativa, l’ha anche curata affinché fosse attuata – dice il coordinatore provinciale della Lega Andrea Micci –  Il camper si sta rivelando un efficace mezzo per allacciare un filo diretto con il territorio. Uno strumento dinamico, in grado di spostarsi ovunque, in poco tempo, raggiungendo un numero di persone molto più elevato di quanto consente di fare una sede fisica fissa. È anche un modo particolare di interpretare il contatto con il cittadino che si confà al nostro modo di fare politica: non aspettiamo chiusi nei palazzi le richieste della gente, ci piace andare in mezzo alle comunità che amministriamo e di cui facciamo parte, stando nelle piazze, nei quartieri, nei borghi, in uno stato di continuo ascolto per intercettare, e a volte anche prevenire, i bisogni e le aspettative dei cittadini”.