Attentato incendiario al centro storico di Viterbo: un fermo in Spagna

NewTuscia – VITERBO – I Carabinieri del Comando Provinciale di Viterbo, alla vigila di Ferragosto 2021, intervenivano in questo centro storico dove si erano sviluppate delle fiamme in uno stabile di due piani, composto da altrettanti appartamenti.

Le successive indagini, condotte dal Nucleo Investigativo, permettevano di stabilire preliminarmente che l’incendio era di natura dolosa, innescato da due ordigni incendiari artigianali (c.d. bottiglie molotov), lanciati contro lo stabile e che il gesto era stato preceduto dall’irruzione all’interno dell’appartamento occupato da una coppia del luogo, dal quale venivano asportati vari oggetti.

I militari, attraverso un’articolata indagine, riuscivano ad indentificare l’autore dell’azione intimidatoria ed a ricostruire il movente, riconducibile ad un animato risentimento del predetto nei confronti del locatario dell’appartamento in relazione ad un regolamento di conti per l’acquisto di sostanze stupefacenti.

Sulla base degli elementi raccolti dagli investigatori, la Procura della Repubblica di Viterbo chiedeva ed otteneva, nel marzo del 2022, dal G.I.P., l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del soggetto anzidetto perché gravemente indiziato dei delitti di fabbricazione di materiale esplosivo c.d molotov, porto sulla pubblica via di materiale esplosivo, minaccia aggravata, danneggiamento seguito da incendio e furto in abitazione aggravato.

Il destinatario del provvedimento restrittivo si sottraeva all’arresto, rifugiandosi all’estero. Per tale motivo, il G.I.P., su richiesta della Procura della Repubblica di Viterbo, emetteva un Mandato di Arresto Europeo.

Negli scorsi giorni, in Spagna, il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, ha comunicato che, in collaborazione con i collaterali organismi esteri, a seguito di precise indicazioni fornite dal Nucleo Investigativo di Viterbo per la sua localizzazione, è stata rintracciata ed arrestata la persona ricercata che, dopo le previste procedure, sarà estradata in Italia.

 PRESUNZIONE DI INNOCENZA

Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21