Luisa Ciambella: “Dobbiamo stare realmente al fianco di chi produce lavoro”

NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo. In questi anni la passione per la politica, ma soprattutto il consenso di molti cittadini mi ha permesso di ricoprire ruoli amministrativi anche significativi. Ringrazio le tante persone che ogni giorno mi ricordano le cose belle che abbiamo fatto insieme, e anche le sfide che abbiamo vinto per realizzarle, con tenacia, impegno e determinazione.

Quelle caratteristiche che animano le tante piccole, medie e grandi imprese del nostro Paese. Quelle persone di buona volontà che si rimboccano le maniche e che hanno bisogno di risposte. Di una politica che sia capace di abbattere la burocrazia e semplificare le procedure. Bisogna riprogettare il futuro del nostro ordinamento lavoristico, puntando su regole più efficienti e moderne, in grado di attirare e mantenere gli investimenti.

Basta con la politica che nasconde la testa sotto la sabbia, oggi dobbiamo stare realmente al fianco di chi produce lavoro: rispondendo al problema dell’aumento delle bollette con un piano energetico mirato, sostenendo lo sviluppo delle imprese aiutando chi investe nell’innovazione, migliorando il sistema di accesso al lavoro dei giovani, e rivedendo i piani di tassazione per le aziende.

Il 25 settembre non crediamo a chi da anni promette soluzioni per tutti, trovandole soltanto per i pochi intimi che bazzicano cerchi magici e salotti riservati, solo il Terzo Polo rappresenta una novità credibile, un’opportunità di cancellare l’immobilismo e l’inefficienza del passato.