Viterbo. Almanacco 17 Settembre

NewTuscia – VITERBO – Ultimi appuntamenti per la Settimana Barocca, alla chiesa di Santa Maria della Verità. Questa mattina alle ore 10,30 è in programma A scuola di Coro. Laboratorio per le scuole aperte al pubblico. I cori dell’oratorio di L. Vinci, “Maria Dolorata”, oratorio per voci, cori e strumenti. Furiosi Affetti e Endecavox Ensemble. Alle ore 21 il concerto “Maria Dolorata” oratorio per voci, coro e strumenti di L. Vinci. Protagonisti Francesco Divito sopranista, Antonello Dorigo contraltista, Erica Scherl primo violino concertatore, Antonella Bernardi direttrice del coro. Furiosi Affetti e Endecavox Ensemble. Ingresso libero.

– Alle ore 21, nella chiesa di San Silvestro, il Festival Stradella – Con sì dolce nota.

– Terzo giorno del festival di cultura digitale Medioera allo Spazio Attivo Lazio Innova. Alle ore 12, Mauro Rotelli e Alessandro Mazzoli si confronteranno sul tema Immaginare il futuro della Tuscia (www.medioera.it).

– Per la rassegna cinematografica Immagini dal sud del mondo a piazza della Polveriera, alle ore 21 sarà la volta della proiezione del film “L’Arminuta” di Giuseppe Bonito. Interverrà per l’occasione il produttore Roberto Sbarigia (www.ismcinema.it).

– Sarà Vinicio Marchioni a chiudere alle ore 21 nel cortile del Palazzo dei Priori di Viterbo (ingresso libero fino a esaurimento posti) Io e Pasolini, il ciclo d’incontri condotti da Enrico Magrelli e organizzati da Tuscia Film Fest in collaborazione con MuVi (Musei di Viterbo) in occasione dei cento anni dalla nascita del grande intellettuale italiano. In conversazione con il critico Enrico Magrelli, l’attore romano racconterà il suo Pasolini attraverso la lente del cinema (in caso di maltempo l’incontro si terrà nella Sala Regia del Palazzo dei Priori).

Per Quartieri dell’Arte, fino al 1 ottobre, escluso il lunedì, presso la suggestiva Viterbo Sotterranea, non perdetevi “Nella solitudine dei campi di cotone”, ideata da Mario Martone. Uno spettacolo unico, coordinato da Fabrizio Arcuri. Si tratta di un’installazione sonora e abitabile in forma di labirinto in cui entrano ogni volta due soli spettatori, e nel suo attraversamento echeggia il racconto di uno dei testi più perturbanti di Koltès, con le voci inconfondibili di Claudio Amendola e Carlo Cecchi, per un formidabile incontro con l’Altro. Orario: dalle ore 15 alle ore 19. Potete prenotarvi a: ufficiostampaquartieridellarte@gmail.com o al cell +39347.887.4694 (www.quartieridellarte.it).