Santa Rosa fa ancora il “miracolo”: Gloria vola contro maltempo e polemiche (Foto)

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – Dopo due anni di pandemia c’è stato ancora da soffrire. Erano le 21.58 quando Gloria, la Macchina di Santa Rosa di Raffaele Ascenzi ha preso il volo. La storia dei Trasporti racconta che già in altre occasioni la Macchina partì ben oltre le 22, ma negli ultimi anni tutto era proceduto spedito e, dopo la lunga attesa per il covid, la gente è ormai a mille e vuole che il Sollevate e fermi arrivi il prima possibile.

Il ritardo è stato dovuto in primis al maltempo che, intorno alle 18, ha messo in preallarme gli organizzatori ma con la volontà di tutti di effettuare il Trasporto se la pioggerella fosse rimasta tale e non si fosse trasformata in acquazzone. Poi è smesso di piovere e tutto è andato bene. Alle 20 qualche tuono e fulmine in lontananza ma non hanno interessato il centro di Viterbo. Altro motivo alla base del ritardo, come sembra, il dissidio tra il Capofacchino Sandro Rossi e gli addetti alle misure di sicurezza. Rossi, in un comunicato ufficiale, ha definito senza mezze parole esagerate le misure intraprese, minacciando nel pomeriggio di non fare passare la Macchina se avesse trovata vuota piazza Verdi. La protesta è andata avanti, quindi, nel pomeriggio quando Sandro Rossi ha notato l’assenza di tante persone su via della Sapienza. Tutto ciò non ha giovato per accorciare i tempi della partenza e, nei prossimi giorni, sicuramente se ne parlerà.

Alla fine Santa Rosa ha fatto il tradizionale “miracolo” e la pioggia se n’è andata.

I Facchini non effettuano alla chiesa di San Sisto la tradizionale benedizione in articulo mortis ma direttamente sotto la Macchina di Santa Rosa: monsignor Lino Fumagalli lo fa con tutti i cavalieri bianchi inginocchiati. Si percepisce un clima di grande emozione misto a grande voglia di riprendere in mano Rosina e la sua “Machena”. Due anni senza Trasporto per un viterbese e, ancora di più, per un Facchino sono come dieci.

“Un 3 settembre all’insegna della ripartenza, dell’orgoglio e dell’identità. Un 3 settembre di una città che ha voglia di rinascere. Questa sera i facchini porteranno Rosa a casa. Stasera tutti abbiamo la responsabilità di un grande trasporto, di rinascita”. Queste le parole della sindaca Chiara Frontini che consegna al Capofacchino Sandro Rossi “Gloria” con il percorso libero. E’ una Chiara Frontini molto emozionata ed al tempo stesso determinata quella che si vede a San Sisto per il suo primo Trasporto con la fascia tricolore. Sa che la città la guarda ma anche che è l’inizio di un percorso comune con il cuore pulsante della viterbesità che si vede e sintetizza nel 3 settembre nei suoi valori fondanti.

Il resto è tutta una magia che dura fino a Mezzanotte e 53 minuti. In tutto quasi 3 ore di Trasporto con le prime due fermate rapide e le successive un po’ più lente della media: parole del cronometrista ufficiale del Trasporto Nuccio Chiossi. Le tensioni del pomeriggio tra maltempo e sicurezza si sciolgono nella cavalcata dei Facchini, che sono molto stanchi con l’ulteriore percorso di 700 metri di via Marconi ma, alla fine, raggianti per avere riportato la loro Santa Rosa a casa.

Da citare l’assenza del giro d’onore della Macchina a piazza del Comune. C’è chi dice per velocizzare il trasporto, in ritardo sulla tradizionale tabella di marcia, chi parla di protesta nei confronti della Prefettura per le citate misure di sicurezza considerate troppo rigide. Le girate, invece, avvengono a piazza Verdi e a via Marconi.

Il presidente de Sodalizio dei facchini di Santa Rosa Massimo Mecarini parla di trasporto perfetto contro tutto e tutti, Ascenzi scherza con noi sulla bozza del nuovo modello in concorso per il bando del prossimo quinquennio della Macchina. Il clima si stempera. Ed è meglio che sia così.

Ora ci attende un anno in cui potrebbe esserci il nuovo concorso di idee per la Macchina di Santa Rosa. Nessuno lo dice ufficialmente, ma è nell’aria.

Nei prossimi giorni trasmetteremo lo speciale di NewTuscia Italia sul Trasporto della Macchina di Santa Rosa Gloria 2022 su Radio Roma television (canale 14 Digitale terrestre) e su Amici per l’Italia (canale 222 nazionale su smart tv), mentre nella giornata di oggi alle 10.30, 16.30 e 21.30, sugli stessi canali, andrà in onda lo speciale del Trasporto di Gloria realizzato dalla nostra redazione nel 2016. State con noi!

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21