Lux Rosae, la fiaccola della solidarietà sulle vie dell’esilio di Santa Rosa

Il primo tratto, dalla Crocetta a piazza Verdi, sarà portata dalla sindaca Frontini

NewTuscia – VITERBO – Lux Rosae è pronta per il suo sesto trasporto e per essere posizionata il 3 settembre su GLORIA prima del Sollevate e fermi. Dopo la sosta forzata per il Covid, torna in occasione delle celebrazioni in onore della patrona viterbese anche l’iniziativa ideata anni fa da Rodolfo Valentino: un gruppo di runner, i Messaggeri di Rosa, porteranno la fiaccola Lux Rosae di corsa, questa volta lungo le vie e le strade percorse dalla santa bambina durante il suo esilio. “La nostra intenzione – spiega Valentino – non è solo quella di celebrare questo episodio di vita di Santa Rosa, ma anche quella di riportare simbolicamente la Luce di Rosa sulla Macchina dopo gli anni bui, simili a un esilio, che abbiamo vissuto per via della pandemia: questo è il messaggio di speranza di Lux Rosae per il 2022”.

La partenza sarà pochi minuti prima delle 13 davanti la chiesa della Crocetta, in via Mazzini, per raggiungere subito dopo i Facchini di Santa Rosa prima dell’inizio del giro delle sette chiese. La fiaccola, nel primo tratto, dalla partenza a piazza Verdi, sarà portata dalla sindaca Chiara Frontini.

I Messaggeri, che si alterneranno in staffetta per un percorso di circa 40 km, si dirigeranno all’ospedale Belcolle, a portare il saluto e il ringraziamento della città e dei viterbesi agli operatori della struttura sanitaria per il lavoro straordinario e inaspettato svolto sempre con grande spirito di sacrificio durante la pandemia.

Lux Rosae proseguirà e raggiungerà la frazione di San Martino al Cimino, per poi muoversi, in mano ai runner in staffetta, in direzione Soriano nel Cimino, Vitorchiano, Bagnaia, prima di tornare di nuovo a Viterbo, dove entrerà nel percorso storico della Macchina di Santa Rosa. Poco prima della mossa, Lux Rosae raggiungerà i facchini a San Sisto e verrà posizionata dall’ultimo messaggero su Gloria, pronta per il trasporto. Si tratterà di un momento molto emozionante, perché nell’ultimo tratto del percorso Lux Rosae sarà portata dal messaggero Aldo Ubaldi, fratello gemello di Roberto “Baffino” Ubaldi, giovane facchino di Santa Rosa scomparso l’anno scorso, a cui il Sodalizio ha voluto dedicare il Trasporto 2022. Questi i messaggeri che porteranno Lux Rosae per l’edizione 2022: Luca Laureti, Simona Laureti, Rino Matarazzo, Beatrice Mechelli, Caterina Mercanti, Angelo Minuto, Marco Achilli, Gabriele Alessandri, Marco Laurenti, Claudio Pagliarello, Susanna Pecoroni, Bruna Pollastrelli, Simonetta Ricci, Sara Ricci, Raffaele Saveri, Fabio Scalzini, Susanna Sorrini e Aldo Ubaldi. Con loro ci saranno lungo il percorso i fotografi Claudio Delle Monache e Stefano Spolverini e i bikers in supporto sul tragitto Mauro Rossi e Massimo Neri.

L’iniziativa, realizzata dal gruppo organizzativo composto da Rodolfo Valentino, Pino Tenti, Luigi Ottavio Mechelli, Enrico Alfonsini, Leonardo Mastronicola e Bruno Buzzi, si svolge all’interno del programma dei festeggiamenti in onore di Santa Rosa, con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Viterbo, del Comune di Soriano nel Cimino, del Comune di Vitorchiano, della Asl Viterbo, della Diocesi di VIterbo, del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, di Ancos Confartigianato Viterbo, Avis, Sorrisi che nuotano Eta Beta, e il supporto de Il Lattughino e Bruni Assicura.