La rievocazione storica de “La Contesa” domani in Piazza del Plebiscito

NewTuscia – VITERBO – La rievocazione storica de “La Contesa”, avverrà il 2 settembre in Piazza del Plebiscito nella sua 18ma edizione.

Il 2 settembre alle 21,30 avverrà la rievocazione storica de “La Contesa”, 18ma edizione, spettacolo animato da figurazioni, canzoni ed esercizi con bandiere e musici, riempirannoo la piazza del Comune in un serie di colori e suoni che ci faranno rivivere l’ambiente del XIII secolo a Viterbo.

“La Contesa” da diversi è inserita nell’ambito delle rievocazioni storiche,che valorizzano l’antica Via Francigena nel suo percorso a Viterbo. Esse tornano ad evocare tutto il fascino del medioevo e dei suoi paesaggi più suggestivi: dalla Liguria, al Lazio fino alla Puglia, da Nord a Sud attraversano un palcoscenico naturale dal forte potere evocativo.

            Il filo conduttore della vicenda, che videro la città di Viterbo protagonista dell’assedio del 1243, si sviluppa nell’illustrazione della vita quotidiana del Medioevo, dove si svolgeva in armonia e intenso lavoro la coltura dei campi ed il commercio, sotto la vigile attenzione della mIlizia cittadina. Il fulgore si è avuto al tempo di Federico II con il riconoscimento di Libera Città con la concessioner del libero mercato e la coniazione della moneta locale: il Viterbino.

La sorte della città si lega però alle vicende che contrapposero gli armati del Papa a quelli dell’Imperatore con la risoluzione dell’assedio conclusosi il 10 novembre 1243 con la fuga di Federico II. In animazione si ha la figurazione allegorica delle bandiere si associa allo scontro con le armi. Con l’esibizione delle “Sbandieratrici” e del gruppo “Storico-Musicale”, che apriranno e chiuderanno la manifestazione.

La canzone “Rosa è qui” costituirà il momento in cui si inserisce la figura di S.Rosa, di cui autore delle musiche è il maestro Gianfranco Pirroni su testi di Giorgio Sdinami, interpretata dalla cantante Luisa Stella.

Il Maestro di Piazza guiderà i movimenti, inpersonificato da Giancarlo Bruti, interprete della figura storica di Lanzillotto, antico cronista della storia viterbese. Egli è ideatore della rappresentazione con Antonio Romanelli regista

La collaborazione tecnica audio e luci è curata dalla Ditta AudioTime.

Con la 18ma edizione de “La Contesa”, si riprende, dopo la sospensione di due anni, la sacralità della giornata del 2 settembre all’insegna del folcklore e della peculiarità prettamente medioevale che la città di Viterbo possiede che emana e trasmette ai suoi abitanti e a tutti i visitatori.

Gli attori sono i membri dei Figuranti de “La Contesa” che ormai da anni svolgono azioni di teatro popolare, portando in scena sia sulle piazze che in teatro fatti e storie di un passato medioevale che vede Viterbo protagonista in una cornice storica, dove le vicende coinvolgono nobili e popolani, facendo rivivere un’affascinante atmosfera.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21