Rifugio canile di Bagnaia, da sempre fiore all’occhiello

La nota dell’associazione Amici Animali Odv che chiarisce aspetti fondamentali della struttura

NewTuscia – BAGNAIA – Riceviamo e pubblichiamo. Il Rifugio Canile di Bagnaia (Viterbo) è da sempre un fiore all’occhiello a garanzia del benessere animale. Le dimostrazioni di stima e vicinanza esternate in questi giorni da alcuni volontari e associazioni dimostrano che la struttura è un punto di orgoglio per la Città di Viterbo.

A questo proposito la presidente, Paola Viglino, e i volontari dell’associazione Amici animali Odvche lo gestiscono da sempre – invitano chiunque a venire a visitarlo per rendersi conto di come titoli e dichiarazioni inesatte possano creare solo confusione.

Un po’ di chiarezza è necessaria: a seguito del controllo dei Nas e dell’Asl, avvenuti nel luglio scorso, sono state nuovamente evidenziate le oramai note carenze strutturali presenti in un luogo nato 40 anni fa per volontà della storica animalista e fondatrice Elvia Viglino. Ne è conseguita la temporanea sospensione all’ingresso di altri cani. Ogni altra informazione su pulizia e benessere animale è evidentemente falsa. Le carenze igienico sanitarie contestate, infatti, non si riferiscono a un luogo sporco e trascurato, anzi, il rifugio è un posto sano dove il benessere psico-fisico animale è sempre stato al primo posto; chiunque può venire nella struttura tutti i giorni a verificare con i suoi occhi e senza prendere appuntamento.

Nel rifugio non esistono piccole gabbie ma solo ampi recinti dove i cani sgambano liberamente; da noi viene data ampia visibilità a tutti i suoi ospiti e vengono realizzate tantissime adozioni; da noi vengono inoltre svolte molteplici attività e progetti importanti che coinvolgono specialisti qualificati per rendere adottabili i cani e prepararli alla vita in famiglia (progetto: Canile ad alta visibilità), collaborazioni con cooperative sociali e tante altre iniziative che coinvolgono molti viterbesi e non solo.

Per questo siamo lieti di leggere che l’amministrazione comunale si è già attivata per sanare la situazione, come riportato nella nota emanata ieri dall’assessore del Comune di Viterbo, Elena Angiani, nella quale si dichiara che si sono “prontamente attivati per l’impegno dei fondi, per fornire i dati dei cani presenti nel canile e sistemare secondo norma di recinti e gli spazi che ospitano i nostri amici a quattro zampe”. Come riportato dall’assessore Angiani è stato già concordato un crono programma per sanare la situazione, che attendiamo di ricevere, per consentire nuovamente l’ingresso dei cani in tempi brevi al Canile Rifugio di Bagnaia e per portare avanti il già avviato progetto del Parco Canile. L’associazione Amici Animali continuerà nell’impegno per dare a questa struttura un futuro certo.