Evento a Mugnano in Teverina in onore di Vicino Orsini

NewTuscia – MUGNANO IN TEVERINA – Nell’ambito delle celebrazioni per il 500° anniversario della nascita di Vicino Orsini di Bomarzo, la ST Sinergie srl e la direzione artistica di Tiziana Lagrimino in collaborazione GalleriaViva, centro espositivo e promozionale dell’Associazione Premio Centro, guidata da Paolo Berti, pittore, impegnato a guidare questa organizzazione fin dal 2011, organizzano sabato 20 e domenica 21 agosto a Mugnano in Teverina, una rassegna d’arte contemporanea che il titolo già riassume ciò che l’Evento si propone:

IL PRINCIPE E IL SOGNO
VICINO ORSINI
(1523 – 2023)
500 anni dalla nascita
Mugnano Art Festival 2022 – Fuori dal mondo 2

MUGNANO IN TEVERINA, in vari luoghi, dal mattino a sera. Il gruppo di Artisti invitati si confrontano con la persona e le creazioni di Vicino Orsini, il Principe che amò Bomarzo e vi risiedette fino alla morte, che dedicò

il Sacro Bosco alla sua Giulia Farnese, il guerriero che finalmente nella pace della
Valle del Tevere, dal suo Palazzo immaginò mondi e personaggi che ritroveremo ricreati in quel magico boschetto, ricco di simboli, allegorie, tracce alchemiche, misteriose e misteriche, noto in tutto il mondo. Lo scenario della Rassegna d’arte sarà Mugnano in Teverina, luogo dove nacque il ramo degli Orsini a cui Vicino appartenne. (Gian Corrado Orsini, padre di Vicino Orsini, del ramo di Mugnano e Penna, costruì il Palazzo di Celebrazioni in occasione del 500° anniversario della nascita di Bomarzo) Vicino Orsini Principe di Bomarzo 2022-2023

Partecipano gli artisti con esposizioni e performances, nel centro della bella frazione di Bomarzo: Lidia Bachis,Paolo Berti,Tommaso Cascella, Alfredo Celli, Giancarlo Costanzo, Giò Coppola, Marco Paolini, Anna Iskra Donati, Sigfrido Junior Hobel, Angelo Liberati, Maria Pizzi, Luigi Riccioni e Maria Grazia
Tata. Saranno due giornate dedicate al ricordo, alla nuova arte del XXI secolo che si lega alle grandiosità del manierismo e del barocco orsiniano del Sacro Bosco.

Chi vorrà, potrà passeggiare, per due giorni fuori dal mondo, tra le stradine e all’ombra del Palazzo che domina la piazza degli Orsini, con un buon bicchiere di vino e pietanze locali preparate dall’EcoMuseo della Teverina, all’ombra del Torrione mugnanese e la visione di splendidi panorami e orizzonti che spaziano per tutta la vallata del Tevere.

Un finale d’agosto 2022 di grande rilevanza culturale per la Tuscia, grazie alle celebrazioni “Orsiniane” 1523-2023.

Comune di Bomarzo
ST Sinergie srl

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21