Canapa legale: da che cosa è composta e come e dove acquistarla

NewTuscia – Con l’espressione “canapa legale” è possibile indicare l’erba light, ovvero il cui utilizzo è consentito dalle norme attuali. A riguardo però è bene specificare alcuni importanti dettagli.

Canapa legale: ecco quali sono le componenti e i dettagli a riguardo

Lacanapa legale di CBD Therapy, shop online che presenta un’elevata esperienza nel settore della vendita di prodotti del genere, ma in generale qualsiasi tipo di canapa, può essere anche indicata con l’espressione “canapa light”. Quest’ultima viene usata per fare riferimento all’erba il cui uso è consentito dalla normativa attuale. Ciò significa che le componenti che la stessa presenta non oltrepassano i limiti previsti dalla legge. Per questo, è bene approfondire i dettagli in merito, in modo da comprendere quando si tratta effettivamente di sostanza legale e quando invece non lo è.

La canapa contiene sia CBD, sia THC. Con la prima sigla si fa riferimento al cannabidiolo, ovvero a un estratto della pianta di Cannabis. Anche il THC, cioè il tetraidrocannabinolo, si estrae dallo stesso elemento, solo che le due sostanze presentano caratteristiche differenti. La prima infatti è conosciuta per i suoi numerosi effetti benefici, che sono simili anche a quelli garantiti dal THC, solo che quest’ultimo, se assunto in dosi elevate o comunque che oltrepassano la percentuale ammessa dalla legge attuale, può anche provocare conseguenze negative, come il cosiddetto “effetto sballo”. La componente in oggetto infatti è di tipo psicoattivo, mentre il cbd no. Per questo, in genere quest’ultimo non è in grado di causare effetti collaterali particolari, anche se questo non consente a chi vuole consumare prodotti che lo contengono, di abusarne. La percentuale di THC che permette alla canapa di assumere l’aggettivo “light” è quella che non è superiore allo 0,5%. Oltre tale soglia, non si è più nella categoria della legalità. Ovviamente è doveroso specificare che il consumatore è tenuto a informarsi anche sugli usi consentiti e quelli non consentiti, indipendentemente dai quantitativi di tetraidrocannabinolo presenti nei prodotti.

Come e dove trovare la canapa light

Per trovare la canapa light si può fare riferimento ai negozi online, quindi a e-commerce che presentano gli appositi permessi di vendita e presso i quali è possibile effettuare ordini per far arrivare la merce direttamente presso il proprio domicilio. Nel caso in cui invece si preferisse acquistare in presenza, è possibile recarsi presso un negozio che abbia una sede fisica, ma tale modalità è in genere quella meno preferita dai consumatori, che di solito preferiscono la prima perché la ritengono più pratica. Con pochi e semplici click infatti possono ordinare tutto ciò che vogliono, sempre nel pieno rispetto delle norme vigenti. In più le aziende più serie sono quelle che si distinguono per la trasparenza delle info pubblicate sulle loro pagine web e quelle che in genere per ogni prodotto descrivono diversi dettagli riguardanti anche gli ingredienti che li compongono. In questo modo, il consumatore può essere certo di ciò che va ad acquistare. Tenendo in considerazione tutte le caratteristiche della canapa light che sono state descritte, si avrà modo di realizzare un acquisto sicuro e privo di rischi.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21