Due incontri promossi e organizzati dal Tuscia Film Fest in collaborazione con la società Archeoares e il MuVi

NewTuscia – VITERBO – Nell’ambito del progetto dedicato al centenario pasoliniano, il 23 e il 24 luglio, presso il Cortile del Palazzo dei Priori, si terranno due incontri promossi e organizzati dal Tuscia Film Fest in collaborazione con la società Archeoares e il MuVi (Musei di Viterbo).

Sabato 23 luglio, alle ore 19.00, lo scrittore e saggista Dario Pontuale, moderato da Antonello Ricci e Claudio Sordini, presenterà “La Roma di Pasolini – Dizionario Urbano”, un libro che descrive il profondo legame che unì il grande poeta alla Capitale.

Pasolini e Roma si incontrano il 28 gennaio 1950 sui binari della stazione Termini. Da allora inizia con la città un rapporto lungo e tormentato, destinato a lasciare tracce profonde in tutta la produzione artistica del poeta. Per la prima volta, raccolti in volume e ordinati per lemmi, i film, le raccolte poetiche e i romanzi, così come i bar e i ristoranti frequentati con gli amici di sempre, i quartieri prediletti e le immancabili borgate dove si muovono i “ragazzi di vita” descritti nelle sue opere. Dalla “A” di Accattone, girato nel quartiere Pigneto, alla “V” di Valle Giulia, teatro degli scontri fra studenti e polizia, una guida ragionata sulle tracce di Pier Paolo Pasolini, figlio elettivo di questa “stupenda e misera città”.

Domenica 24 luglio, alle ore 19.00, sarà la volta della scrittrice Rosella Lisoni che, attraverso le pagine di “Eros e thanatos ne i Racconti di Canterbury di Pier Paolo Pasolini”, ci condurrà nel mondo del poeta, provando a farci ascoltare la sua voce. Il volume rappresenta il tentativo di decifrare il linguaggio cinematografico pasoliniano inerente il film I racconti di Canterbury, tenendo presente l’ideologia del regista, il contesto storico all’interno del quale egli ha operato e la sua attività di letterato, poeta, giornalista oltreché cineasta. Di fondamentale importanza per la realizzazione del lavoro della Lisoni è risultato l’esame dell’opera chauceriana e in particolar modo dei Canterbury Tales, fonte letteraria alla quale Pasolini si è ispirato per la realizzazione del suo film.

Per entrambi gli eventi l’ingresso è libero.

Per informazioni e per chiunque volesse prenotarsi è possibile contattare il seguente numero: 347 701 0187 (anche whatsapp)

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21