Tuscia Film Fest 2022: mercoledì 13 luglio arriva Pif

In piazza San Lorenzo a Viterbo presenterà con Michele Astori

E noi come stronzi rimanemmo a guardare, suo terzo film da regista

NewTuscia – VITERBO – Prosegue nell’arena di piazza San Lorenzo a Viterbo la diciannovesima edizione del Tuscia Film Fest.

Ospiti della serata di mercoledì 13 luglio (ore 21.15) saranno Pif e lo sceneggiatore Michele Astori che incontreranno il pubblico e presenteranno E noi come stronzi rimanemmo a guardare…, terzo film da regista di Pierfrancesco Diliberto (Pif) dopo La mafia uccide solo d’estate (2014) e In guerra per amore (2017)

Il film è una commedia ambientata in un prossimo futuro in cui la tecnologia ha preso il sopravvento sull’umanità.

Arturo, dipendente di un’azienda, crea un modo per facilitare il lavoro degli impiegati attraverso un algoritmo; un’iniziativa senza buon fine che lo lascerà single e disoccupato.

Non resta altro che lavorare come rider per una multinazionale e consolarsi con Stella, un ologramma creato da un app che svanirà non appena la prova gratuita sarà arrivata a termine…

Tra gli interpreti Fabio De Luigi – nel ruolo del protagonista -, Valeria Solarino, Ilenia Pastorelli e lo stesso Pif.

All’inizio della serata sarà presentato il lavoro conclusivo del workshop Cortovisioni, promosso nell’ambito del progetto del Tuscia Film Fest A scuola di cinema, dedicato agli studenti degli istituti secondari superiori della provincia di Viterbo.

Nostalgia di Mario Martone – in concorso al recente Festival di Cannes e interpretato da Pierfrancesco Favino – sarà in programma giovedì 14 luglio mentre venerdì 15 sarà il momento di Freaks Out di Gabriele Mainetti.

Il film – ambientato in parte nella Tuscia tra la Faggeta di Soriano nel Cimino e Piazza San Lorenzo a Viterbo (dove è stata girata la spettacolare sequenza iniziale del bombardamento) – sarà presentato da due dei protagonisti Giorgio Tirabassi e Giancarlo Martini e dallo scenografo Massimiliano Sturiale che grazie al film si è aggiudicato il David di Donatello 2022 e che riceverà il premio I mestieri del cinema.

Una serata speciale, infine, chiuderà sabato 16 luglio la rassegna viterbese.
L’attore, conduttore e scrittore Flavio Insinna, infatti, sarà in arena per ricevere il premio Pipolo Tuscia Cinema 2022 e per presentare al pubblico il suo ultimo romanzo Il gatto del Papa.

L’incontro si concluderà con un ricordo di Gigi Proietti (del quale Insinna è stato uno degli allievi più popolari) e con la proiezione di Io sono Babbo Natale di Edoardo Falcone, ultima interpretazione cinematografica del grande attore romano scomparso nel 2020.

La prevendita dell’evento è disponibile sul sito www.tusciafilmfest.com e a Viterbo presso il Museo Colle del Duomo in piazza San Lorenzo e il Museo dei Portici in piazza del Plebiscito (ogni giorno dalle ore 10 alle ore 19).

La biglietteria dell’arena apre ogni sera alle ore 19.30 in Piazza della Morte.