NewTuscia – VITERBO – Il Comitato Non ce la Beviamo rivolge sentiti auguri di buon lavoro al  Sindaco Chiara Frontini e a tutta la nuova  giunta.

Chiara Frontini è stata convinta partecipe della battaglia per la gestione pubblica dell’acqua sin dai primi anni dell’attività del Comitato Non ce la Beviamo, quando era già consigliere di opposizione.

Si è creata ora la condizione per mettere in pratica quanto il Comitato e  i cittadini  chiedono da anni: la salvaguardia del bene più prezioso appartenente alla collettività –  l’acqua – , attraverso una gestione pubblica efficiente che tuteli la qualità e l’accessibilità dei costi.

Il Comune di Viterbo è il maggior azionista della Società Talete Spa.

Recentemente e senza alcuna discussione pubblica, l’A.T.O. 1 di Viterbo ha avviato l’iter per la definitiva  privatizzazione della Società attraverso la cessione del 40% delle quote ad operatori privati.

Una scelta intrapresa quando il Comune di Viterbo non era politicamente legittimato in quanto commissariato.

Oggi la situazione è cambiata, il Comune maggior azionista della Società ha un Sindaco che può ribaltare il tavolo e chiedere la ripubblicizzazione del servizio idrico.

Confidando che ora vengano mantenuti gli impegni assunti,  restiamo a disposizione al fine di  poter attuare nel nostro territorio ciò che il  95% degli italiani  ha chiesto con il  Referendum del 2011.

                                                                      NON CE LA BEVIAMO