La celebrazione del Centenario dell’Incoronazione della Madonna della Sanità di Vallecorsa

 invocata la salute del corpo e dell’anima

Stefano Stefanini

NewTuscia – ORTE – Vallecorsa in provincia di Frosinone ha celebrato nel pomeriggio di domenica 10 luglio con la comunità di Orte Scalo uno degli appuntamenti più significativi in preparazione alla ricorrenza del Centenario dell’Incoronazione della Madonna della Sanita’.

Il parroco di Orte Scalo, don Giovanni Bazenguissa insieme ad una rappresentanza della comunità parrocchiale ha recato a Vallecorsa l’immagine della Madonna della Sanità, da cui ebbe origine il culto mariano, per iniziativa del primo parroco della parrocchia dei Santi Giuseppe e Marco, Padre Geremia Subiaco, dell’Ordine dei Frati Minori, nativo di Vallecorsa ed ebbe diffusione nell’agglomerato urbano sorto nei pressi dello Scalo ferroviario con la Peregrinatio Mariae del Quadro offerto nel 1954 a padre Geremia dai concittadini di Vallecorsa e, successivamente, dal  30 maggio 1955, giorno della Consacrazione della Chiesina  intitolata alla Madonna della Sanità, Salus Infirmorum, a conclusione dell’Anno Mariano 1955, centenario della proclamazione del Dogma dell’Immacolata Concezione di Maria.

La chiesa di San Martino in Vallecorsa, Santuario della Madonna della Sanita’.

Si e’ rinnovato un gemellaggio sotto la protezione “integrale” della salute del corpo e dello spirito della Madonna della Sanita tra le due comunità che

 hanno risposto alle sollecitazioni dei rispettivi parroci,  don Francesco Paglia e don Giovanni Bazenguissa per vivere una giornata comunitaria, “invocando salute e salvezza che solo il dolce sguardo di  Mamma, può ottenere dall’amore di Dio” come affermato da don Francesco Paglia.

Nel primo pomeriggio l’immagine, a suo tempo donata dalla comunità di Vallecorsa al concittadino P. Geremia nel 1954,  e’ stata accolta nella centrale Piazza del Plebiscito ed esposta su un tronetto,  processionalmente e’ stata recata nella Chiesa di San Martino, ove si e’ celebrata la santa messa concelebrata da Don Antonio Covito, parroco di Castro dei Vosci, una delle comunità che nel 1954 accolsero la Pregrinatio Mariae della Madonna della Sanita’, dal parroco di Orte Scalo, don Giovanni Bazenguissa e da Don Francesco Paglia che ha accolto e ringraziato le comunità parrocchiali presenti.Erano presenti anche le Confraternite di Amaseno.

 Al termine della celebrazione don Giovanni a nome della comunità parrocchiale di Orte Scalo, ha tracciato una  coinvolgente testimonianza dell’origine del Culto Mariano promosso da Padre Geremia e caratterizzato nei decenni da un continuo rapporto tra le due cittadine, avviato dal  primo parroco  “costruttore” che ebbe in dono dai concittadini la dolce immagine

 mariana e consolidato da Padre Marco Cimaroli che commissionò negli anni Settanta del Novecento una copia dell’immagine ora conservata sull’altare della Chiesa della Sanita’, destinando il quadro originale del 1954 alle processioni ed ai momenti di culto mariano pellegrinante. Grande commozione e partecipazione dei fedeli di Orte Scalo ai momenti di preghiera a cui ha fatto seguito la visita guidata al centro storico della  cittadina curata dallo storico Vittorio Ricci, in particolare alla Casa di Santa Maria De Mattias, fondatrice della Congregazione delle Adoratrici del Preziosissimo Sangue.

La giornata si e’ conclusa con un momento conviviale presso i giardini della sede municipale di Vallecorsa.