Primo arrivo per la Pallacanestro Ants

NewTuscia – VITERBO – Dopo aver conquistato con pieno merito la permanenza nel campionato di serie B, in casa Pallacanestro Ants si sta lavorando in maniera intensa per preparare al meglio la prossima stagione agonistica. Tante le questioni in ballo, dalla conferma e aggiunta di sponsor che possano garantire solidità economica all’allestimento dell’organico, destinato a competere ancora una volta nella serie B femminile.

Senza Annalisa Scordino, chiamata da Bolzano in serie A2 dopo l’ottima stagione scorsa in gialloblù, e senza Martina Grassia, anche lei destinata alla serie A2, la società ha messo a segno il primo colpo in entrata con l’ingaggio di Micaela Gionchilie. Nata il 25 ottobre 2000 a Bergamo, Gionchilie è un play/guardia di 1,70 che, dopo aver esordito con il Minibasket nella squadra del suo paese, Porre, ha svolto la classica trafila delle giovanili con la formazione di Albino.

Nella stagione 2017/2018 viene aggregata stabilmente alla prima squadra che milita in serie A2 e conquista minuti preziosi in campo, al punto che nella stagione successiva può ambire ad uno spazio sempre maggiore come play. Purtroppo però la sua crescita viene ostacolata da due infortuni al ginocchio destro e, nel momento in cui è pronta al rientro, ci si mette anche il Covid che interrompe tutti i campionati e le impedisce di riprendere il suo percorso di crescita sul piano di minuti e responsabilità.

Decide così di ripartire dalla serie B giocando prima nella Visconti Brignano e successivamente, nel campionato appena trascorso, nella formazione lombarda del Basket Villasanta. Poi il contatto con la Pallacanestro Ants e la decisione di accettare.

“Il mio procuratore mi ha detto che c’era un interesse da parte di Viterbo – racconta la giocatrice lombarda –, così ci siamo incontrati a Bologna con l’allenatore Carlo Scaramuccia, abbiamo parlato e mi ha chiesto di valutare la possibilità di giocare con le Ants. Mi ha molto colpito quando mi ha detto che il primo obiettivo che bisogna avere è migliorarsi sempre e che questo è ancora più importante del risultato finale. Sono principalmente un playmaker, mi piace far girare bene la squadra e organizzare il gioco ma se serve non rinuncio a prendere un tiro. So che Viterbo è una società molto seria e, anche se per me sarà la prima esperienza lontano da casa, sono convinta che ci siano tutte le condizioni per fare bene. Trascorrerò ancora alcuni giorni a casa, sto lavorando in un camp estivo con alcuni ragazzi che hanno delle disabilità ed è un’esperienza molto bella a livello personale ed umano, poi un po’ di vacanza e il trasferimento a Viterbo per iniziare la preparazione”.

Intanto la società ha comunicato che la ripresa degli allenamenti è prevista per giovedì 1 settembre.