Beethoven Festival Sutri 2022, al via la XXI edizione

“Amore e mito tra storia e leggenda”

MATTEO BONACCORSO
flauto

ANNA LISA BELLINI pianoforte

NewTuscia – SUTRI – Dopo il tutto esaurito alla Sala di Giove di Palazzo Farnese con l’appuntamento I flauti e all’opera è in arrivo il sesto concerto del Beethoven Festival Sutri 2022, sabato 9 luglio ore 19 presso la Chiesa di San Francesco a Sutri, dove sarà ancora protagonista il flauto, ma stavolta in dialogo con il pianoforte. Sul palco saliranno il flautista Matteo Bonaccorso e la pianista Anna Lisa Bellini che saranno interpreti di un programma molto accattivante dal titolo Amore e mito tra storia e leggenda”, articolato in una successionedi composizioni tutte strettamente connesse a miti, leggende e brani della letteratura ispirate a storie d’amore immortali. Il concerto si aprirà con “La danza degli spiriti beati” tratta da Orfeo e Euridice di Gluck, un inno all’amore eterno. Seguiranno Prélude a l’après-midi d’un faune nella versione per flauto e pianoforte , considerato il prototipo dell’impressionismo musicale, e Syrinx per flauto solo di Debussy, ideato per accompagnare la scena della morte del dio Pan che, innamorato della ninfa Siringa, non è da lei ricambiato. A seguire verrà proposta la Ballata n.2 per pianoforte di Franz Liszt che rimanda alla suggestione letteraria del mito di Ero e Leandro. Il concerto si concluderà con la sonata per flauto e pianoforte detta “Undine” composta da Reinecke intorno al 1885 che rievoca, già nel titolo, le atmosfere idilliche e accalorate della omonima fiaba di Friederich de La Motte-Foquè.

Il Beethoven Festival Sutri 2022-XXI edizione è ideato e organizzato dall’Associazione Amici della Musica di Sutri con il contributo del Comune di Sutri e della Fondazione Carivit.

Informazioni più dettagliate sul sito ufficiale della manifestazione www.beethovenfestivalsutri.com Contatti: Associazione Amici della Musica di Sutri –info@beethovenfestivalsutri.com 
Ufficio stampa – 348.1032586 – comunicazione@beethovenfestivalsutri.com

Matteo Bonaccorso ha iniziato lo studio del flauto con Angelo Persichilli del quale è stato allievo fino al 2016 presso l’Accademia del Flauto di Roma.  Ha conseguito la Master di II livello con 110 e lode sotto la guida di Giampio Mastrangelo presso il Conservatorio dell’Aquila. Ha partecipato alle Master Class di Angelo Persichilli, Marco Felicioni. Paolo Rossi, Rien de Reede, Thies Roorda, Emiliano Zenodocchio, Jessica Dansalt, Matteo Evangelisti, Micheal Faust e Robert Winn. Ha vinto la selezione per l’incarico di primo flauto dell’Orchestra Giovanile O.G.C.R. nonché primi premi al Concorso “Città di Penne” (premio assegnato da Nicola Mazzanti) e al Concorso “Giovani interpreti” dell’Accademia Musicale Pescarese (primo premio assoluto). Nel 2021 è stato selezionato da Patrick Gallois come allievo effettivo al suo corso di perfezionamento dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena. Attualmente frequenta il corso di alto perfezionamento tenuto dal primo flauto solista del Teatro alla Scala Andrea Manco presso l’Accademia “L’albero della musica” di Milano. Recentemente ha conseguito l’idoneità per Primo flauto all’Orchestra Sinfonica del Friuli-Venezia Giulia.

Anna Lisa Bellini Svolge un’intensa attività concertistica in Germania, Cile, Giappone, Francia, Belgio, Svizzera e nei maggiori centri musicali italiani.  Sotto la guida di Giuliana Bordoni, si è diplomata al Conservatorio di Santa Cecilia con il massimo dei voti e la lode, ottenendo il premio speciale “E. Iacovelli-Marchi” per il miglior diploma. Si è perfezionata in pianoforte con Maria Tipo e in musica da camera con Riccardo Brengola presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena, per la quale è stata componente stabile del Quintetto “Guido Chigi”. Si è esibita in presenza dell’Imperatore del Giappone Akihito e dell’Imperatrice Michico in occasione della loro unica visita in Italia. Tra i vari premi vinti in concorsi pianistici, ha ottenuto il primo premio all’unanimità (secondo non assegnato) al Concorso Martha Del Vecchio” di Arenzano.  È stata protagonista di prime esecuzioni assolute tra cui il Quintetto di Tansman, 4 Maschere di Dioniso di Carlo Galante,  il Trio di Skalkottas (in Germania) e Passeggiata in riva al mare  a lei dedicato da Mario Guido Scappucci. Nel 2019 il Sindaco di Sutri Vittorio Sgarbi le ha conferito il Premio Efebo.