NewTuscia – VITERBO – E’ in corso l’interrogatorio del padre di Matias, il bambino di 10 anni il cui cadavere è stato rinvenuto il 16 novembre a Vetralla nell’abitazione che condivideva con la madre. Mirko Tomkow, imputato di omicidio aggravato dalla premeditazione e maltrattamenti aggravati in famiglia, in aula avrebbe confessato di averlo ucciso.

Il bambino gli avrebbe urlato di andare via e lui gli avrebbe messo dello scotch su naso e bocca per non udirlo per poi mettere il piccolo nel casssetto del letto quando non si muoveva più. Sempre secondo la sua testimonianza, l’uomo sarebbe salito in soffitta, per fumare e bere ancora un po’.

La difesa ha rinunciato ad ascoltare la madre del piccolo.

Ricordiamo che prima della sentenza definitiva vige la presunzione di innocenza.