La visita del Segretario di Stato Vaticano ad Acquapendente

Una giornata storica che ha concluso il V Convegno Internazionale sul Santo Sepolcro di Acquapendente unica copia al mondo del Sacello di Gerusalemme

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Domenica 19 giugno 2022 il Segretario di Stato di Sua Santità, il Cardinale Pietro Parolin, ha trascorso una intera giornata ad Acquapendente, città che gli è cara dai tempi in cui ne era Arcivescovo titolare.

E’ la Terza volta che il Segretario di Stato visita Acquapendente, segno di un affetto che va oltre il significato della visita odierna, la conclusione cioè del V convegno di Studi sul Santo Sepolcro di Acquapendente.

Scortato dai carabinieri in motocicletta, alle 10.15 in punto, S. Em. è giunto sulla piazza del duomo dove ad accoglierlo c’era il parroco della Concattedrale don Enrico Castauro, promotore di questa giornata.

Al suono dell’inno pontificio, eseguito dalla banda musicale cittadina, S.Em. ha ricevuto nuovamente le chiavi della città dal Sindaco di Acquapendente.

Accompagnato da una rappresentanza del corteo storico, il Card Parolin è salito sul palco dove, il prefetto, il parroco e il sindaco gli hanno rivolto i saluti di benvenuto.

Sulla grande piazza, gremita di popolo, le più alte cariche istituzionali, di governo, politiche e militari ai massimi gradi.

Alle 11 in punto il solenne pontificale, animato dalla cappella polifonica della Basilica Concattedrale.

Dopo la Messa S.Em si è intrattenuta con il popolo e con le autorità.

Nel primo pomeriggio è ripartito alla volta di Roma.

Acquapendente ha dimostrato anche in questa occasione di essere uno dei centri più importanti della Alta Tuscia.

Don Emanuele Germani