Viterbo Cresce: “Esprimiamo viva soddisfazione per il risultato ottenuto”

NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo.

Sostenere la candidata Alessandra Troncarelli significa sostenere un governo locale composto da sensibilità politiche diverse sulla scorta di quanto sta accadendo da anni al governo nazionale del Paese e presso le maggiori cancellerie europee, dove Partito Socialista Europeo e Partito Popolare Europeo condividono percorsi politici di convergenza utili alla crescita e al progresso dei vari territori.
Noi siamo politicamente di estrazione moderata e ascrivibili al centrodestra per storia personale e culturale, per tradizione e appartenenza politica. I nostri sono elettori di centrodestra che hanno compreso l’importanza di assicurare governabilità, dialogo e confronto.
Certamente la nostra concezione è quella di un centrodestra moderato, non sovranista, ancorato ai valori del Partito Popolare Europeo, figlio di quella tradizione democratica, cristiana e popolare che ha fatto grande l’Italia e l’Europa in generale.
Oggi più che mai chiediamo al nostro mondo di sostenere la candidatura di Alessandra Troncarelli quale baluardo contro il civismo disorganizzato e mistificatore che comporterebbe l’assoluto isolamento politico istituzionale della città capoluogo dal contesto politico regionale, nazionale e sovranazionale.
Questa triste circostanza, già di per sé grave in momenti ordinari, appare assolutamente da scongiurare in un momento storico nel quale i fondi straordinari del PNRR meritano assoluta organizzazione politico amministrativa e soprattutto un solido collegamento con le sovraordinate amministrazioni dello Stato.
Crediamo che il così detto “voto di protesta” abbia già prodotto effetti degenerativi a livello nazionale che sono oggi sotto gli occhi di tutti, avendo consentito l’accesso ad incarichi di governo a personaggi di dubbia esperienza e modeste qualità politico amministrative. La demagogia e il prospettarsi di politiche di governo inattuabili e addirittura destituite di fondamento giuridico sono distanti anni luce da chi ha sempre inteso la politica come servizio alle proprie comunità.
Alla politica degli slogan dobbiamo rispondere con la politica del fare, proiettata al raggiungimento di ambiziosi obiettivi concreti.
Per far questo dobbiamo avere la capacità di superare antistoriche pregiudiziali di carattere ideologico, che oggi più che mai sono anacronistiche ed obsolete. Il centrodestra, come tale, è una realtà politica composita ed eterogenea nella quale culture diverse convergono in una base di valori di riferimento. Chi si erge oggi a unico rappresentante di quell’area, pecca di superficialità politica e rischia di essere condannato dalla storia ad un’attività di mera testimonianza politica.
Chiediamo dunque di avviare una riflessione approfondita a tutti coloro i quali hanno militato, militano e militeranno nel campo politico del centrodestra, proprio come i componenti di Viterbo Cresce. Chiediamo di soffermarsi a riflettere sulla necessità di unire le forze, proprio come sta accadendo nel governo nazionale, per il bene di Viterbo e dei viterbesi. Chiediamo di non consentire l’isolamento politico della nostra città.Viterbo merita centralità e, questa, soltanto la politica può assicurarla.

Sostenendo la candidata Alessandra Troncarelli, non per condivisione di visioni ideologiche ma per un programma amministrativo, stiamo riaffermando il primato della politica sulla demagogia, della serietà amministrativa sull’improvvisazione. Tutto questo non può non trovare accoglimento nel centrodestra di governo.

Viterbo Cresce