Raduno Associazione nazionale Vigili del Fuoco, le parole della dottoressa Scolamiero

NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo.

Il 27° Raduno nazionale è dedicato a un tema molto importante: la sicurezza e la memoria storica. Un tema complesso e delicato che avrà modo di essere trattato e approfondito in più momenti durante questa intensa tre giorni. Si pensi ad esempio agli appuntamenti in programma all’Università degli Studi della Tuscia: incontri che toccheranno importanti argomenti come la prevenzione degli incendi nei luoghi di lavoro, la cultura della sicurezza e la memoria storica del Corpo nazionale. Anche le iniziative del primo giorno sono importanti per far conoscere l’attività dei Vigili del fuoco: quella di oggi e quella degli anni passati. Tematiche non scontate nell’ambito di un raduno, che invece a Viterbo saranno al centro dell’attenzione. Perché i Vigili del fuoco, voglio ribadirlo, non entrano in campo solo se si verificano incendi o scattano emergenze. C’è altro lavoro che spesso non si conosce. Ho lavorato tanti anni presso il Dipartimento dei Vigili del fuoco. Ricordo l’ingegner Giomi quando era a capo dell’Ufficio Studi. Già questo nome, Ufficio Studi, diceva molto sull’attività dei Vigili del fuoco. È proprio la loro preziosa, impegnativa e fondamentale attività di studio in ambito di sicurezza e prevenzione, che, laddove possibile e prevedibile, consente di evitare situazioni di pericolo.

Complimenti davvero all’Associazione nazionale dei Vigili del Fuoco che ha scelto Viterbo come sede di questo 27° Raduno. Grazie per aver scelto tematiche diverse rispetto a quelle che la gente è abituata ad associare ai “pompieri”. Un ringraziamento che estendo anche al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, in particolare al Comando provinciale di Viterbo. Sono certa che la città risponderà molto bene a questo evento. Viterbo deve essere apprezzata anche per questo genere di manifestazioni, per queste giornate dedicate all’attività, all’impegno e al lavoro, di oggi e di ieri, dei nostri Vigili del Fuoco.

Dott.ssa Antonella Scolamiero

Commissario Straordinario