Faperdue non molla la protesta al semaforo all’Acquabianca

NewTuscia – VITERBO – “Sabato 28 maggio si è concluso il quarto giorno di presidio al semaforo di Strada Acquabianca, da parte degli appartenenti alla Lista “Io Apro Rinascimento Vittorio Sgarbi”.

Care amiche e cari amici che ci seguite, ogni giorno che passa, la nostra iniziativa riscuote sempre più successo, e suscita anche invidia in alcuni poveracci, che non sanno cosa dire e cosa fare. Dopo l’autogol di un ‘ex consigliere comunale, che non ha saputo cogliere il senso della importante protesta civica e della nostra vicinanza a tutta la popolazione del luogo, che deve subire ogni volta che esce di casa, la lunga attesa del semaforo, oggi in molti si sono complimentati con noi manifestando tutto il loro appoggio. La signora Valentina, che abita a Colle Verde, ci ha portato il caffè, la brioche e una bottiglietta di acqua, per ringraziarci della protesta decorosa e civile che stiamo portando avanti, per sollecitare la Provincia a dare inizio ai lavori di sistemazione di quel tratto di strada. Altri, tanti altri, ci sorridono e ci salutano con il pollice alzato. Altri due automobilisti ci hanno chiesto se c’era da firmare. Insomma il bilancio è molto positivo sotto tutti gli aspetti. Da lunedì prossimo si ricomincia tutti giorni dalle 8,30 alle 10,30. Chi la dura la vince! Seguiteci!

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21