“Su cultura e turismo servono azioni dinamiche e una visione identitaria che FdI esprime a livello nazionale e locale”

NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo.

“Destinazione Viterbo”: Fratelli d’Italia fa il punto su turismo, cultura e innovazione. Questa mattina l’incontro al Gran Caffè Schenardi in Corso Italia, a Viterbo, a cui hanno preso parte la candidata a sindaco Laura Allegrini, i deputati di FdI Federico Mollicone e Mauro Rotelli, Marco De Carolis, assessore uscente alla Cultura e al Turismo e candidato al Consiglio Comunale di Viterbo e

Sandro Pappalardo, del Cda di Enit e rappresentante della conferenza Stato Regioni.

Rotelli in apertura ha ricordato i risultati che gli amministratori di Fratelli d’Italia hanno conseguito negli anni di governo per la promozione della città. “In quattro anni di giunta abbiamo messo a segno colpi importanti, che ci sono venuti quasi naturali puntando sull’idea di fare rete. Viterbo è entrata in una serie di circuiti nazionali per la comunicazione, come avvenuto alla Stazione Centrale di Milano e al terminal T3 dell’aeroporto di Fiumicino, dove tutti i passeggeri venivano accolti dai video della città proiettati sui maxischermi. Fondamentale anche il collegamento con i crocieristi in arrivo al porto di Civitavecchia: si tratta di rapporti strategici che devono essere portati avanti nell’ottica del lavoro di promozione del territorio della Tuscia su cui FdI si è impegnata a fondo e continuerà a fare”.

“’Destinazione Viterbo’ è il brand che abbiamo utilizzato negli anni di amministrazione per una serie di obiettivi e sfide che FdI ha saputo cogliere. – ha dichiarato Marco De Carolis – Tra i più recenti ricordiamo l’inaugurazione del Museo dei Portici di Palazzo dei Priori, da cui per la prima volta è nato il Polo Museale Urbano della città e che in soli quattro mesi ha fatto contare 15mila ingressi. E ancora, la musealizzazione di Palazzo dei Priori, la creazione del Museo multimediale della Macchina di Santa Rosa presso la Fondazione Carivit e del polo culturale di Sallupara, che verranno realizzati nei prossimi mesi, il consorzio unico delle biblioteche e il Teatro dell’Unione, che fa ora parte del biglietto unico. Vogliamo puntare sui festival e gli spettacoli, motore trainante della città, sulla valorizzazione dei percorsi della Via Francigena e sulla Macchina di Santa Rosa, con l’obiettivo di esporla alla tappa di partenza e renderla visibile a tutti i visitatori in arrivo a Viterbo”.

“Sin dalla sua nascita Fratelli d’Italia ha puntato sul turismo, pilastro della nostra economia che conta il 15% del pil. –  ha spiegato Sandro Papparlardo – Viterbo è una città papale, termale, medievale, un luogo dalle grandi potenzialità che può fornire una risposta a quasi tutte le tipologie di turismo che oggi guardano all’Italia. Negli ultimi anni la città ha fatto un grandissimo salto di qualità nel marketing grazie al lavoro di FdI, riuscendo ad inserirsi sui circuiti mondiali grazie ai video realizzati dall’assessorato alla Cultura. Laura Allegrini merita questo ruolo per noi viterbesi, perché al governo della città farebbe ancora meglio di quanto fatto in passato”.

“Viterbo è la città del Conclave, dell’enogastronomia, delle terme, degli Etruschi, un crocevia straordinario a nord di Roma unico al mondo. – ha detto Allegrini –  Per sfruttare a pieno le grandi potenzialità della città vanno delineati percorsi a metà tra la rigenerazione urbana e la promozione turistica. ‘Radici nel futuro’ richiama l’idea di attualizzare il patrimonio culturale in azioni contemporanee: la cultura deve avere dinamismo e far acquisire a Viterbo una certa modernità. Le cose da fare sono tante e per riuscirci serve partire dal decoro per accogliere al meglio il turista. – ha aggiunto – Qui va ricompresa la rigenerazione del Teatro Unione, la Chiesa di Sant’Orsola e il Museo civico, che finalmente sarà completato. Altro aspetto importante riguarda il progetto ‘Mura nascoste’, per ricostruire la circumnavigabilità dei 3 km di mura che caratterizzano la nostra città. Ci impegneremo anche per riqualificare il centro storico e renderlo vivo anche di giorno, anche tramite l’acquisto della Banca d’Italia per riportare gli uffici comunali e i residenti in centro”.

A chiusura dell’incontro l’on. Mollicone ha  ricordato che “Fratelli d’Italia è la forza politica che, più di tutte, interpreta l’essere italiani a livello nazionale e locale. Ciò significa difendere i nostri borghi, il nostro paesaggio, con tutte le identità che queste realtà estrinsecano. Una visione che possiamo portare avanti a Viterbo solo con Fratelli d’Italia, perché abbiamo la consapevolezza di appartenere ad una storia, quella italiana, di cui Laura Allegrini si farà portavoce per il bene di questa città”.

Fratelli d’Italia Viterbo