Semaforo su strada tra La Quercia e Vitorchiano: Giovanni Faperdue si incatena per protesta

NewTuscia – VITERBO – A partire da domani mattina 26 maggio dalle ore 9,00 alle ore 10,30 lo scrittore e giornalista Giovanni Faperdue si incatenerà simbolicamente alla barriera di cemento di Strada Acquabianca  per affermare con voce forte che E’ ORA di dare inizio ai lavori, e togliere l’orrido muro di cemento, ripristinando la BELLEZZA della gola naturale.

La protesta sarà fatta ad oltranza tutte le mattine, fino a quando la Provincia di Viterbo non darà assicurazioni sull’inizio dei lavori.

Giovanni Faperdue non è nuovo a questi gesti civici per dare la sveglia agli enti preposti all’esecuzione dei lavori necessari per la comunità. In passato lo ha già fatto tre volte per il ripristino del flusso termale alla “callara” del Bullicame. Giovanni Faperdue che ha al suo attivo la scrittura di undici libri sulla meravigliosa storia di Viterbo, è anche candidato alle prossime elezioni comunali con la Lista “Io Apro Rinascimento Vittorio Sgarbi”, che appoggia  Chiara Frontini sindaco.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21