Mario Adinolfi: “Troncarelli quando parla di famiglia?”

NewTuscia – VITERBO – Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia schierato a Viterbo a sostegno della candidata di Fratelli d’Italia Laura Allegrini, contesta le parole di Alessandra Troncarelli espresse a sostegno dei diritti Lgbt:

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Mario-Adinolfi.jpeg



“Ho letto da parte della candidata del Partito Democratico le solite declamazioni ideologiche che tirano in ballo la Costituzione. Non esiste nella Costituzione repubblicana nessuno accenno a speciali diritti per speciali categorie santificate per via dell’orientamento sessuale, che è un elemento che semplicemente non deve interessare un bravo amministratore e un bravo politico, visto che la Costituzione parla di uguaglianza e non di categorie da premiare rispetto alla capacità di essere lobby e drenare denaro pubblico. Questo accade nella Regione Lazio troppo spesso e non vorremmo che l’esperienza maturata da Troncarelli alla Pisana venga esportata in questo senso a Viterbo: niente denari pubblici alle lobby organizzate, uguaglianza reale dei diritti per tutti, senza l’oscenità della categorizzazione a seconda dell’orientamento sessuale. Piuttosto mi viene da chiedere a Troncarelli: conosce la definizione della parola ‘famiglia’ secondo la Costituzione repubblicana? Evidentemente non la conosce perché non ne parla mai. Gliela rinfresco perché è chiarissima e stampata all’articolo 29 della Costituzione: società naturale fondata sul matrimonio. Il Partito democratico accorre sempre quando suona il campanellino Lgbt, ma se c’è da parlare dei bisogni delle mamme e dei papà, dei loro figli, dei nonni pensionati e delle giovani coppie che vorrebbero mettere su famiglia, ecco, di tutto questo non parlano mai. Muti. Ecco perché il 12 giugno bisogna votare Popolo della Famiglia per Laura Allegrini Sindaco. Un voto per la famiglia, quella vera, riconosciuta dalla Costituzione e ignorata dalla sinistra nazionale e viterbese”. Il capolista del Popolo della Famiglia a Viterbo, Paolo Baldasarre, aggiunge: “Credo proprio che la nostra città non abbia bisogno di un sindaco ideologizzato come Alessandra Troncarelli. Il Popolo della Famiglia per questo orienta il suo consenso in crescita, valutato dall’Istituto Piepoli superiore al 5%, nel sostegno a Laura Allegrini indicata da Giorgia Meloni: donne concrete, come il nostro presidente Mario Adinolfi è, uomo che parte dall’esperienza concreta, come tutti noi candidati nella lista del Popolo della Famiglia che invitiamo i viterbesi a sostenere”.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21